ULTIM'ORA

CR7 Olimpo Blancos: 3 gol, salva il Real!

FBL-EUR-C1-REALMADRID-WOLFSBURG

di Carmen Castiglia - “Aiamo fatto una grandissima partita, sono contento per i giocatori, non era facile fare una gara del genere. è tornato a essere un extraterrestre? Lo diciamo da tanto tempo che è il numero uno e lui lo sta dimostrando tutte le volte”. Così Zidane a um Champions dopo la qualificazione del Real in semifinale – Oggi ha fatto la differenza con i tre ma tutta la squadra è stata super. ? Nel calcio contano i risultati”.
“Più forte Cristiano o il Ronaldo brasiliano? Sono fortissimi tutti e due, due fenomeni”, ha proseguito Zidane nel dopo partita. “Vittoria importante per il mio ? Sto lavorando, stiamo facendo buone cose ma poi nel calcio contano i risultati, soprattutto qui a Madrid. Adesso doiamo continuare così. Non sarà facile”.

Il Real Madrid vola in semifinale grazie al suo extraterrestre, , che stende con una tripletta il Wolfsburg e permette ai blancos di Zidane di ribaltare lo 0-2 patito in nell’andata dei quarti di Champions. Il portoghese sblocca il match in avvio con due in suc al 16′ e al 17′; la rete qualificazione arriva nella ripresa, al 77′, su calcio di punizione, sfruttando un chiaro buco della barriera tedesca.
Lui è sempre lì, non va mai via! Ci tiene a ribadirlo ogni volta che segna , il grande protagonista della vittoria per 3-0 del Real Madrid sul Wolfsburg nel dei quarti di finale. Il portoghese firma una tripletta, decisiva per ribaltare lo 0-2 patito all’andata dai blancos in e per conquistare la sesta semifinale consecutiva. Il match vede un avvio deciso della squadra di Zidane che al 6′ colpisce la traversa con un colpo di testa di Ramos. Poco dopo, è il 16′, il Real Madrid sblocca il risultato: cross basso da destra di Carvajal, Dante e Naldo non liberano, e sul secondo palo sbuca Ronaldo che insacca di destra. Passa appena un minuto e CR7 fa 2-0: ano di Kroos, il fenomeno taglia sul primo palo e in mandando la sfera nell’ano lontano.

Il Wolfsburg è colpito ma non va al tappeto e, nonostante la perdita per infortunio del talento Draxler, si desta: al 33′ Navas vola sul missile da fuori area di Luiz Gustavo mentre al 39′ Ramos è decisivo a deviare la conclusione dal cuore dell’area di Bruno Henrique, un po’ impacciato nel girarsi e tirare. Nella ripresa è sempre il Real Madrid ad avere il pallino del gioco per cercare il qualificazione e al 65′ lo sfiora con Ramos, il cui colpo di testa su azione d’ano colpisce il palo no e poi la palla è salvata con un guizzo sulla linea da Benaglio. Al 77′ però il portiere svizzero non può nulla sulla punizione da posizione centrale di Ronaldo che approfitta di un clamoroso buco in barriera e spedisce la sfera nell’anino basso. Nel finale il Wolfsburg non ha le forze per reagire e così è il Real a sfiorare il poker con Benzema e Jesè, sui quali Benaglio è attento. Per il Real Madrid è la sesta semifinale di Champions consecutiva, arrivata con la 23esima rimonta europea. Sono però i numeri di Ronaldo a fare impressione: quinta tripletta in Champions in carriera, come Leo Messi; 16esimo stagionale in Coppa, ad uno solo dal suo record di 17 del 2013-14; 78 reti in 73 partite in carriera in . Un mostro.