ULTIM'ORA

CR7, giallo 300° gol in Liga ma rinnovo Galacticos!

1488798361_849760_noticia_normal

di Carmen Castiglia - nella storia della Liga spagnola. Dopo Lionel Messi, il ghese del Madrid è il secondo giocatore a raggiungere quota 300 nel massimo di Spagna. Grazie alle due reti izzate oggi contro l’Alaves, quella dell’1-0 e del 3-0, CR7 ha raggiunto quota 300. Ma non per tutti, perché c’è chi sostiene che le reti messe a segno sono 299 e non 300. A differenza di quanto succede in Italia, il premio di Capocannoniere del , il premio “Pichichi” in Spagna, in onore dell’attaccante dell’Athletic Bilbao Rafael Moreno Aranzadi, che con questo soprannome segnò moltissimo nei primi anni del secolo scorso, viene aggiudicato dal quotidiano di Marca, poco importa il referto arbitrale. Marca, nel 2011, assegnò un su punizione deviata da Pepe all’asso ghese, cosa che le statistiche ufciali non hanno fatto, ma questo basta al giornale madrileno e alla stessa società a decree che ha raggiunto quota 300 nella Liga. E lo ha fatto in 285 partite, 41 in meno di quelle che erano servite a Messi per raggiungere quota 300.

MEGLIO DI LEO. Dopo aver superato il record di 251 dello spagnolo Telmo Zarra nel 2014, Messi ha preso il largo arrivando no a quota 369 reti. insegue, al secondo posto in soliia e oggi è arrivato a 300. A 369 Messi è il capocannoniere più prolico della storia dei cinque principali campionati nazionali in Europa: la Pulce ha superato anche il record di Gerd Müller, arrivato a quota 365 in Bundesliga. I cinque volte Pallone d’oro mano primati su primati, in Europa e in Spagna. La media voto, però, vede Ronaldo a quota 1.05 a partite. 300 le reti izzate in 285 partite nella Liga, naturalmente con la maglia del Madrid. Il rivale argento Messi, invece, ha una media di 0.91 a partita, poco meno di uno: 369 le reti izzate in 406 gare. Ronaldo è davanti per media- a partita, ma indietro nella classica generale. A 33 anni compiuti il 5 feraio, difcilmente riuscirà a raggiungere Messi (che compirà i 31 il 24 giugno).

. CR7 insegue e i numeri delle ultime partite fanno paura: nella stagione 2017/18 è a quota 28 e 5 assist in 31 partite. Numeri pazzeschi per il ghese, che vive un feraio d’oro: 12 i nelle ultime 7 gare disputate, di cui due oggi che potevano anche essere tre. All’89’, infatti, Ronaldo ha ceduto il rigore della possibile tripletta al compagno di squadra Karim Benzema. Un gesto da campione assoluto, qual è che attende il del proprio contratto col Madrid. Le parti stanno trattando per rinnovare il contratto in scadenza a giugno 2021 e pore l’ingaggio del campione ghese sino a 30 milioni di euro a stagione. Cifre che gli consentireero di avvire quelle della nuova stella del Paris Saint Germain Neymar e proseguire l’annoso testa a testa col rivale del Barcellona Leo Messi, a sua volta fresco di prolungamento dopo un lungo tira e molla col blaugrana. In attesa di mettere nero su bianco la rma sul nuovo contratto, CR7 si gode il 300esimo nella Liga.