ULTIM'ORA

“I conti più dello scudetto”, ADL tradisce i tifosi.

409872_heroa

di Nino Campa - Tre innesti, quali? De Laurentis anticipa che gli non saranno quelli che sognano i si. E allora?
Chi garantisce che non si ripeteranno errori come i tanti fatti da Bigon e il cipresidente?
Neanche sembra riuscire a fare breccia: di grande Napoli non se ne parla e il rafforzamento della rosa è il refrain che nasconde la rinuncia ai top player per l’ennesimo mercato mediocre.

“Se Mascherano mi costa 40 milioni per 3 anni dico no. Bisogna vedere che succede a . Se magari Mascherano capisce che lì non gioca con continuità, allora le carte in mano ce le ho io. Gonalons? Aulas mi ha mandato un sms, ma io con lui non ci parlo più, Gonalons me lo devono pore su un piatto d’argento”.

No a Mascherano e Gionalons, strategia a parte. Ma sborsare 4 milioni per Armero sì… cacciato al West Ham ed al quale bisogna trovare squadra, è la prova di incapacità e pressappochsimo.
Tre elementi… ma se sono in sbarco almeno 10 azzurri, Benitez con chi resterà?
Andujar per Reina, è la prima mossa al ribasso. Certamente con le valigie pronte: Maggio, Zuniga, Armero, Dzemaili, Pandev.
E poi c’è la rivoluzione dello spogliatoio lanciata da Insigne: dopo il mondiale le pretese aumenteranno e le possibilità di cessione pure.

“Come sempre siamo working progress. Ci saranno dei nuovi innesti e stiamo lavorando per rinforzare la rosa”. De Laurentis fa : appena 1 mese fa promise lo . Come si può vincere con un cantiere costantemente aperto?

Di Mascherano nemmen l’ombra… anzi bisognerà se attenti ai pretendenti di Callejon e Higuain. Soprattutto il primo.
“Diamo credito e fiducia a Benitez che è un grande allenatore su cui abbiamo scommesso l’anno scorso”, il cinepresidente nasconde che l’apertura di credito l’ha fatta il tecnico non il club!
Ma a tutto c’è un ite. Benitez resisterà anche quest’anno alle offerte del Tottenham anche se il ritorno in Premier sarebbe una grande soddisfazione.

‘Il Calcio Conta’ al Circolo Foro Italico a Roma, De laurentis ha presentato un libro che incarna tutti i giorni. Per lui conta a 360°: il Napoli gli ha salvato i debiti della Filmauro, gli ha messo 70 milioni netti in tasca in 10 anni, gli garantisce un credito ilitato dalle banche, lo fa sedere ai tavoli che contano in Italia e all’estero. Possibile che tutto questo non valga ciò che i si chiedono?

De Laurentis glissa…
“Insigne al Mondiale ci riempie di felicità – ammette – Il sogno realizzato di un ragazzo di Napoli non può che riempirmi di gioia. Una gioia doppia perchè Lorenzo è cresciuto nel vivaio azzurro. E’ grande soddisfazione per lui e la società. Dimostrerà il suo valore, farà bene anche con l’Italia”.

Insigne richiama Verratti e Immobile, due colpi mancati del Napoli.
“Mi fa molto pensare la triade zemaniana Verratti, Insigne, Immobile. Nel Pescara contribuì con una serie incredibile di . La Serie B non è paragonabile ai campionati del mondo, ma se il Dortmund ha acquistato Immobile e Prandelli ha convocato Insigne, con Verratti che ha dimostrato di poter giocare in tanti ruoli, il trio si potrebbe riproporre”.

Già! De Laurentis però non spiega perchè il Napoli abbia rinunciato a Verratti e Immobile, alla portata proprio nell’anno della in A!
ADL ribolle: “Bisogna capire chi è giusto al gioco di Benitez. I si farebbero tutt’altra squadra. Benitez, però, è una carta vincente. Mertens e Callejon, lo scorso anno erano sconosciuti. Ci saranno tre innesti, i nomi li vedremo strada facendo”.

Strada facendo, come si è perso Reina: addio che non pormette niente di buono. “I contratti si fanno in due. Se c’è convergenza si trova un’intesa altrimenti conta la salute economica della società. Ad Amalfi riceverò un premio per il fair-play finanziario, da sicurezza anche ai giocatori. La credibilità è più importante di qualsiasi vittoria”.

Si la credibilità dei soldi in tasca che gli hanno messo il Napoli e i napoeletani.
Quest’è!