ULTIM'ORA

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: https://sport.sky.it/rss/sport.xml:3: parser error : Couldn't find end of Start Tag enclosure line 3 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ]]></skyit:article_summary><enclosure in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: https://sport.sky.it/rss/sport.xml:3: parser error : Premature end of data in tag item line 1 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ]]></skyit:article_summary><enclosure in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: https://sport.sky.it/rss/sport.xml:3: parser error : Premature end of data in tag channel line 1 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ]]></skyit:article_summary><enclosure in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: https://sport.sky.it/rss/sport.xml:3: parser error : Premature end of data in tag rss line 1 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ]]></skyit:article_summary><enclosure in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 336

Conte striglia l’Inter: dopo lo 0-0, battere il Barça!

Italy Soccer Serie A

di Nina Madonna - Se la lotta non permette rallentamenti e non molla un centimetro, lo 0-0 di Inter-Roma, scialbo e buttato un po’ via, come ha ammesso Antonio, è logico credere che la testa dei nerazzurri fosse a martedì, sfida al Barcellona, di Champions in ballo!

La Champions è speciale, ed è la prima volta che a dicembre l’Inter giochi per un obiettivo stagionale senza poter sbagliare.
Serve solo vincere, per andare agli senza attendere il risultato del Dortmund a Praga, qualsiasi esso sia.

Il dell’Inter passa dal Barcellona, da una di quelle notti in cui serve ferocia: attenti in difesa, come è accaduto contro la Roma, spietata in dove Lukaku e Lauo non possono permettersi di andare ancora in bianco.

E se il Barcellona è già oltre la fase a gironi certamente non verrà a a fare da comparsa.

E’ cominciato l’avvimento alla notte in cui bisogna essere .
Alla Pinetina vuole concentrazione altissima mettendo attenzione maniacale ai dettagli.
Dopo la Roma, il tecnico ha anticipato uno dei temi della sfida, il pressing alto sull’avvio dell’azione catalana.

A Barcellona, nei primi 25 minuti, era sembrata la soluzione per creare difficoltà a Messi e la sua banda.

Poi tocca rese sul pezzo per oltre 90 minuti e qui – ha spiegato – potreero cominciare i problemi. Per dire: va bene rompere le scatole al Barcellona a ridosso della sua area di rigore, ma poi bisogna avere testa e gambe per mantenere quel ritmo e quell’aggressione fino all’ultimo minuto. Perché se la tensione cala, a crescere è la qualità nel palleggio del .

E allora, forse, l’Inter di Champions farà di necessità virtù – anche qui sono parole di -, misurando gli sforzi e portando intensità a tratti. Folate di aggressività e freddezza sotto porta. Non ci sarà spazio per superficialità ed errori. Gli sono per squadre solide, mature e cattive. Senza dover tenere un orecchio alla radio e aspete che da Dortmund arrivino notizie positive.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply