ULTIM'ORA

Conte eroe Blues: batte Mou in campo e fuori!

conte.chelsea.furia.mourinho.manchester.united.2016.17.750x450

di Mary Bridge - Stamford Bridge ha un nuovo eroe, Antonio si è definitivamente preso il cuore dei tifosi del Chelsea. La contro il Manchester United in FA Cup infatti non è solo l’ennesima di una lunga serie di successi collezionati quest’anno sulla panchina dei Blues, non è solo il passaggio del turno e l’accesso alle semifinali, è soprattutto uno schiaffo al passato e al ri José , odiato e senza nascondere la cosa.

SCINTILLE!. E lo schiaffo rischia di non essere solo metaforico ma di divene cruda realtà, perché i due arrivano a scontrarsi anche sul campo di battaglia preferito da : la dialettica spinta, quella fatta di provocazioni e insulti fino al ite del contatto fisico. E anche qui a spunla è : dopo un duro vento di ncia su Marcos Alonso il tecnico italiano si scaglia contro Mou (“Giocate la palla!” grida l’ ct Azzurro) che reagisce, l’vento del quarto uomo evita che i due arrivino alle mani. Una scena che sembra routine per due allenatore dal carattere fumante, ma non lo è: segna quella che di fatto è la definitiva rottura tra il blico di Stamford Bridge e , ormai Special One e dimenticato in favore di un sempre più paladino della folla (i tifosi cantano a Mou “You’re not Special anymore”, letteralmente “non sei più speciale”).

COME CARLETTO. Non è il 4-0 rifilato in Premier, ma quella contro il Manchester è una di carattere, non a caso arrivata grazie al dell’inesauribile Kanté: uno che quando vede i Red Devils si scatena (2 stagionali, entrambi allo United), uno soprattutto indicato dallo stesso allenatore come suo erede in campo. E’ una soprattutto che permette a di continuare l’inseguimento a un grande del Chelsea: primi in classifica e in semifinale di FA Cup, i Blues sono ancora in corsa per realizzare il double, che nella storia del è riuscito solo a Carlo Ancelotti nel 2009/10. Dopo aver spazzato via Antonio prova a cancellare anche il record di Ancelotti: addio Special e Calm, Chelsea è tutta per , il suo nuovo One.