ULTIM'ORA

Conte, è notte: 4-1 dal Watford, altro che fiducia da Abramovic…!

C_29_articolo_1195979_upiImgLancioOriz

di Mary Bridge - È notte fonda per il , che incappa nella seconda scontta consecutiva cadendo sul campo del Watford per 4-1. Nel monday night della 26ª giornata di League l’espulsione di Bakayoko al 30’ complica i piani della squadra di e Deeney ne approtta dal dischetto (42’). Hazard regala il pari momentaneo (82’), ma i Blues crollano nel nale con le reti di Janmaat (84’), Deulofeu (88’) e Pereyra (91’).

Dopo il pareggio tra Tottenham e per il di l trasferta sul campo del Watford è un’occasione da non perdere per guadagnare terreno sulle concorrenti nella lotta per la qualicazione in . Ancora assente Morata, nei Blues c’è la conferma per Eden Hazard al centro dell’attacco schierato come terminale offensivo con Pedro e Willian alle sue spalle. Al Vicarage Road a sorpresa sono i padroni di casa ad avere le occasioni migliori per passare in vantaggio, il fa un maggior possesso palla ma quando il Watford attacca sa come rendersi pericoloso. Deulofeu suona la carica colpendo l’esterno della rete, Deeney si divora il possibile gol del vantaggio mancando l’impatto col pallone dal dischetto su cross ancora dell’ex e Milan. Richarlison va al tiro ma non trova il varco giusto, i Blues soffrono moltissimo l’agonismo a centrocampo della squadra di Javi Garcia che cerca e trova rapide ripartenze. Al 30’ Bakayoko ci mette anche del suo quando si allunga troppo il pallone in fase di impostazione e nel tentativo di recuperarlo riceve il secondo giallo in cinque minuti. Il dopo mezz’ora si sofferenza si trova anche con l’uomo in meno e il Watford non perdona: Deulofeu lanciato a rete prova a saltare Courtois che lo stende in area, dal dischetto si presenta Deeney che al 41’ non sbaglia.

A vantaggio acquisito il Watford può giocare d’attesa e cercare l’affondo con verticalizzazioni improvvise. Il fa la partita, ma serve il miglior Courtois per evitare che un mancino di Doucourè possa re il colpo del denitivo ko. Il portiere dei Blues viene chiamato ancora in causa da Holebas e Pereyra, poi la ammata improvvisa di Hazard all’82’ regala il pari momentaneo: il talento belga fa da solo, si accentra e libera un a giro dalla distanza che si inla nell’angolino. Al primo vero affondo il trova il gol, ma la gioia dura pochissimo: all’84 Janmaat scambia nello stretto con Pereyra, la difesa di non interviene e per l’esterno è un gioco da ragazzi depositare in rete da buona posizione. La squadra di sparisce dal campo e all’88’ Deulofeu trova la prima gioia con la nuova maglia depositando in rete al termine di un’azione personale conclusa col mancino. Al 91’ quello di Pereyra è il gol del poker per il Watford che non vinceva in da Santo Stefano. Per il arriva la seconda scontta consecutiva dopo quella maturata contro il Bournemouth: sette reti subite nelle ultime due gare e per i Blues è notte fonda.