ULTIM'ORA

Premier al City, United niente Europa!

403537_heroa

di Mary Bridge – Serviva 1 punto al Manchester per il quarto titolo della sua storia, secondo in tre anni dopo 2011/12.
Pellegrini è riuscito chiudendo vincitore una tra le League più belle di sempre: 2-0 al West Ham, quarto titolo.
, Liverpool e si qualificano ai gironi di Champions, l’Arsenal giocherà i preinari.
Hull, Everton e Tottenham in .

Clamoro, dopo 25 anni, il Manchester United è fuori dall’. Appena un anno fa erano campioni di , l’addio di Fergusson pesa.

Ca di festa all’Etihad già prima del fischio d’inizio della sfida con il West Ham, il tutto mentre ad Anfield Road si partiva con la speranza di una rimonta clamorosa che avrebbe permesso al Liverpool di tornare a laurearsi campione d’Inghilterra dopo oltre 20 anni dalla sua ultima affermazione.

Partenza non propriamente vivace sui due campi col il Liverpool che all’11′ ha reclamato un di rigore per un atterramento di Sterling in area. Per l’arbitro si può proseguire. Negli stessi istanti a Manchester il sfiora il vantaggio con Silva che da ottima posizione non riesce a capitalizzare.

Al 20′ si festeggia all’Etihad mentre ad Anfield cala lo sconforto. Cross dalla destra con palla che viene deviata nella propria rete da Skrtel, il Newcastle è in vantaggio, Manchester che si avvicina al titolo a grandi passi. Per il difensore Red oltre alla delusione per un’autorete decisiva il record non invidiabile di autogoal in una sola stagione di (ben quattro).

Il Manchester intanto accelera e prova a festeggiare il successo con una vittoria davanti ai propri si, al 25′ è Kolarov a far partire un missile dalla distanza, palla deviata sulla traversa. Al 32′ altra azione pericolosa del , Silva riesce ad entrare in area dopo un dai e vai con Dzeko, la sua conclusione da posizione defilata è alta. Sempre al 32′ a Liverpool è Suarez a provare una scossa ai suoi, il suo tiro dal ite non trova lo specchio. I Reds non vogliono mollare, ma i loro attacchi sono dettati dalla frenesia più che ad altro.

Al 39′ esplode di nuovo di gioia l’Etihad, questa volta però non per le notizie che arrivano da Liverpool. Palla di Yaya Tourè per Nasri che lascia partire un missile dal ite, è 1-0. Si va al riposo dunque con il sempre più vicino al titolo.

Nella ripresa, mentre i si del Liverpool continuano a cantare e sventolare bandiere per i propri beniamini, in campo i giocatori di Rodgers non riescono a trovare varchi nell’ordinata difesa ospite, complice anche un ca di rassegnazione tra i Reds.

All’Etihad invece si passa dalla festa al tribudio, quando capitan Vincent Kompany, al minuto 49′ gira in rete da due passi su cross dalla sinistra. Lacrime di gioia sugli spalti, festeggia Pellegrini, mentre il difensore belga viene sommerso dai compagni.

Amministra la gara il Manchester tra le proprie, celesti, mura, mentre Pellegrini decide di inserire Fernandinho per Dzeko. Sugli spalti è una continua festa dei supporter Citizens, che non hanno mai smesso di sognare la rimonta ai danni del Liverpool.

Una rimonta che il Liverpool compie contro il Newcastle, nel giro di tre minuti: prima Agger, poi Sturridge, su punizione tagliata di Gerrard dalla trequarti, bucano Krul permettendo a Rodgers e al Red di festeggiare nonostante un secondo posto sempre più sicuo. 2-1 a Liverpool, 2-0 a Manchester.

Il Manchester continua ad attaccare alla ricerca del 103esimo centro nella 2013/2014, così da eguagliare il record di goal fatto registrare dal di Ancelotti. Concludono Nasi, Yaya Tourè e Milner, senza trovare la via della rete. Sull’altro campo, a 50 km di distanza, il Liverpool attacca prendendo le misure dopo l’espulsione di Amebobi per doppi ammonizione.

Dopo i canonici minuti di recupero all’Etihad esplode la gioia del , che festeggia il quarto titolo inglese della propria storia, il secondo negli ultimi tre anni. Il Liverpool invece rimane con 18 in bacheca, l’ultimo dei quali nel 1990. Pareva l’anno buono, ma la sconfitta di misura contro il e l’harakiri contro il Crystal Palace hanno fatto il resto. Anche con i tre punti contro quest’ultimi, comunque, i Reds sarebbero finiti secondi causa differenza reti abnorme in favore dei Citizens.

Manchester , Liverpool e approdano ai gironi di Champions, mentre l’Arsenal giocherà i preinari. Hull, Everton e Tottenham in . Clamorosamente, dopo venticinque anni, il Manchester United non giocherà in campo europeo. Un anno fa festeggiavano la vittoria della , il cielo era rosso. Oggi è azzurro.