ULTIM'ORA

Ciro, sparato da più persone con i caschi!

ciro-esposito

di Nino Campa – Gli aggressori che hanno sparato a , il giovane so napoletano ferito con colpi di nel prepartita della nale di Coppa lo scorso 3 maggio, “erano più di uno ed avevano i caschi”. A dirlo è stato lo stesso dal suo letto nel reparto di terapia intensiva del Policlinico Gemelli dove era ricoverato e dove è deceduto il 25 giugno, secondo quanto emerge da una registrazione audio diffusa dal Giornale Radio Rai. Esposito, intubato, sofferente, con la voce oca, “risponde – rende noto il Giornale Radio – alle domande di un perito consulente della famiglia. Perché ti trovi qua, gli viene chiesto? ‘Mi hanno sparato’ risponde il ragazzo che spiega: ‘Stavo andando a vedere la partita, il biglietto lo avevo comprato dove abito io, a ’. Poi ricorda che gli aggressori ‘Erano più di uno’. E dice: ‘avevano i caschi’.
Perché ti ha sparato gli chiede il perito? “Era fuori di testa”. Ed ancora: “Stava in piedi e poi a terra e parlava con accento no”.