ULTIM'ORA

Cinque medaglie a Copenaghen, ma nessun oro…!

C_29_fotogallery_1020390__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image

di Serena Paoletti - Cinque medaglie di giornata agli di Copenaghen. Niente male, anche se nessuna è d’oro. Greg Paltrinieri si arrende a nchuk nei 1500, ma era nell’aria. “Non solo al top”. Altri due argenti, con Ilaria nei 200 farfalla e Simone Saioni nel 200 dorso, record ni inclusi. Poi i due bronzi: della sorpresa Margherita Panziera nei 200 dorso. E di Luca Dotto fra i “siluri” dei 50 stile. Delusione per la Divina: Fede solo settima nei 100 sl.

MARGHERITA BRONZO. Un grande risultato per la giovane Margherita Panziera che a sorpresa ha conquistato il e la medaglia di bronzo ssando il nuovo record no nei 200 dorso con uno splendido 2’02”43. “Non me l’aspettavo – ha spiegato la 22enne di Montebelluna al termine della gara – ma alla ne comunque mi sentivo bene ed ero davanti a tutte per il . Non me lo aspettavo, alla ne mi sono resa conto anche che stavo raggiungendo le prime due. Devo ancora lavorare ma sono nta di questo risultato. Cosa signica questo bronzo a 22 anni? Signica che sto lavorando bene e che tutta la fatica che ho fatto sta venendo fuori, l’anno scorso non stavo andando molto bene all’inizio”.
La gara è stata vinta dalla ungherese Katinka Hosszu che ha chiuso in 2’01”59, secondo posto per l’ucraina Daryna Zevina (+0”68). Detto del dell’azzurra, in quarta posizione la britannica Kathryn Greenslade (+3”16), quinta l’ungherese Kata Burian (+3”35), sesta l’olandese Kira Toussaint (+3”96), settima la russa Anastasia Avdeeva (+4”31), ottava la spagnola Africa Sanz Zamorano (+4”90).

ILARIA ARGENTO. Dopo la Panziera, ecco una stupenda Ilaria che conquista la medaglia d’argento nella nale dei 200 metri farfalla. Strepitosa la sua performance dove con un meraviglioso 2’04”22 ha ssato il nuovo record no migliorando quello precedente di Alessia Polieri (2’04”37). Ottava Stefania Pirozzi nella gara vinta dalla tedesca Franziska Hentke (2’03”92). Terza la francese Lara Grangeon (2’04”31).
“Sono senza parole e ancora non ci credo – ha spiegato la nuotatrice na – signica che aiamo lavorato bene e onestamente alla ne mi è venuta un po’ di raia perché vedevo chi era in testa e volevo andarla a prendere. Mi sono data ai 200 farfalla solo questa estate, ho provato e volevo fare bene in questa nale, Ne è venuto fuori l’argento e ne sono felicissima”. Così Ilaria al termine della nale dove ha conquistato il secondo posto.

SAIONI ARGENTO.
Strepitoso Simone Saioni che rma il nuovo no dei 100 metri dorso agli in vasca corta a Copenaghen, dove il nuotatore di Rimini ha conquistato una splendida medaglia d’argento con il tempo di 49”68, migliorando il suo stesso precedente record rmato a Riccione due settimane fa. Gara vinta dal russo Kliment Kolesnikov con il tempo di 48”99. Terzo il rumeno Robert-Andrei Glinta (+1”00).
“Avevo tanta raia in corpo e sono riuscito a metterla in vasca, mi sono divertito tanto ed è stata una gara bellissima. Onestamente non me lo aspettavo un risultato del genere, ma prima della partenza stavo bene e mi sentivo rilassato. Per il momento Kolesnikov non si batte”. Queste le prime parole dopo la gara dell’atleta riminese che ha chiuso al secondo posto, appunto, dietro il russo Kliment Kolesnikov (48”99). Al il rumeno Robert-Andrei Glinta (+1”00). Quarto il tedesco Christian Diener (+1”14), al quinto e al sesto posto due polacchi: Radoslaw Kawecki (+1”19), Kacper Stokowski (+1”42). Settimo posto per il russo Andrei Shabasov (+1”45), ottavo il greco Apostolos Christou (+1”67).

GREG ARGENTO. Gregorio Paltrinieri conquista “solo” la medaglia d’argento nella nale dei 1500 stile libero. L’atleta no, campione in carica, ha chiuso la sua performance in 14’22”93 alle spalle dell’ucraino Mykhaylo nchuk che ha vinto l’oro con il tempo di 14’14”59. per il norvegese Henrik Christianse (+11.07). Questo secondo posto era nell’aria.
“Ho provato a fare la miglior gara possibile, ma probabilmente dopo i 500 metri in questo momento non ero in grado di spingere al massimo. Non sono ancora al cento per cento ma fa parte del percorso. La scelta di allenarmi in Australia? Sono tante cose insieme che hanno influito su questa scelta, ma sicuramente sono sei anni che mi alleno in un certo modo e adesso avevo voglia di fare qualcosa di nuovo. Mi ritroverete ancora più forte e ancora più convinto di me stesso, un’esperienza del genere mi può e mi deve arricchire e da marzo ritornerò in ”. L’atleta no, campione in carica, ha chiuso la sua performance in 14’22”93 alle spalle dell’ucraino Mykhaylo nchuk che ha vinto l’oro con il tempo di 14’14”59. per il norvegese Henrik Christianse (+11.07).

DOTTO GRANDE BRONZO. Medaglia di bronzo per Luca Dotto nella nale dei 50 metri stile libero. Ill nuotatore no ha chiuso sul gradino più basso del podio con un tempo di 20”31. Ottavo l’altro no Marco Orsi che ha chiuso con 21”12. Medaglia d’oro per il russo Vladimir Morozov che ha chiuso con il tempo di 20”31, secondo il britannico Benjamic Proud (+0”35).