ULTIM'ORA

Ciao Scolari, arriva Tite: il Mondiale è già finito. Finalina inutile!

void(0)

di Ipa del Mar - Il loro mondiale è già finito: arriva Tite, Seleçao in rivoluzione, peso insopportabile la finalina con l’Olanda.

L’anima del è come la prima pagina di ‘Lance’ unico quotidiano sportivo di qui: bianca ed una piccola scritta…”indignazione, senso di rivolta, dolore, frustrazione, irritazione, , pena, delusione…
‘Lance’ ha lanciato il processo popolare a Scolari: “diteci come state, e scrivete voi la ‘apertura’ di Lance”.
Ogni brasiliano, cittadino di un immenso paese, si è svegliato ancora sotto choc, come descriverebbe il proprio stato d’animo per la più vergognosa sconfitta in 100 anni di storia della Selecao?
Peggio del 6-1 contro l’Argentina del 1940.
C’è ancora chi si dispera… chi insiste sulla “ delle vergogne”, chi rivaluta la Seleçao del 1950 quasi chiedendo scusa agli attori del Maracanazo e chi ironizza su questa del 2014 che ha scritto la storia del peccato nel Pais do Fetebol. Una storia di 7 subiti in casa, mai accaduto e proprio ai , il segno della rinascita del che chiese ed ottenne i per celebrare la nuova vita di un esistenza felice della sua povertà.

Il si è scoperto ancora povero in uno dei suoi talenti maggiori, o futebol! Cho pagherà, di chi è la colpa?
A ‘Felipao’ Scolari, si augurano le pene dell’inferno ma non è il solo responsabile del fracasso.
Era stato il presidente uscente della Cbf, Josè Maria Marin, a dire: “se non vinceremo il Mondiale finiremo tutti al Diavolo”.

Scolari resta Cittì fino a sabato, per la finale del terzo posto. Consolazione inutile.
Arrogante, presuntuoso, permissivo, sfaticato, improvvisatore…cosa non si dice per spiegare l’inspiegabile. Ma nemmeno due anni fa considerato l’unico in grado di ripore il in capo al Mondo, l’uomo della Hexa.

“Non è stato un pessimo Mondiale – si difende ‘Felipao’ – di estremamente negativo c’è stata solo la sconfitta con la ”.
Non sono attenuanti le assenze di Neymar e Thiago Silva. Il manca degli elementi fondamentali: regista e centravanti. E anche se Julino cesar è stato l’eror dei , sul portiere molte sono le riserve condivise sul metodo delle convocazioni che ad esempio hanno lasciato fuori Ganso.

Minerao è ‘la macchia’ della storia, un episodio incancellabile che non si ripeterà. Scolpito nella memoria come l’assenza del nelle semifinali dal 2002.
Scolari segnala: “Guardiamo l’insieme, venivamo da nove vittorie in dieci partite, compresa la preparazione. Abbiamo fatto gli stessi allenamenti del 2013 pur avendo meno giorni: certi discorsi che sento adesso sono pronti da tempo. La pressione di giocare in giro per il ? E’ stato meravigliosa, il blico ieri incitava anche quando perdevamo 5-0. Noi eravamo in buone condizioni, che dovrebbero dire Spagna e Italia pensando a come giocavano in Confederation Cup e come sono andate adesso?”.

Niente e nessuno salverà il Cittì da un destino segnato. Adesso arriverà Tite, che ha già vinto col nthians un Mondiale di , ma non è la stessa cosa.
Della Seleçao umiliata dai tedeschi rimarranno le macerie, tutti o quasi ‘cancellati’, da Julio Cesar a Fred all’ultima riserva. Si ricostruisce intorno a Neymar, che torna in ritiro con i compagni per la vigilia della ‘finalina’ a Brasilia e la coppia difensiva Thiago Silva-David Luiz, tra i più emotivi del gruppo e quindi caratterialmente non molto affidabili.

Il pupazzo di Hulk all’ingresso del ritiro di Teresopolis è stato distrutto, il bus della Selecao in nottata è stato bombardato di arance, bruciate le bandiere e le maglie della Selecao 2014 sono in svendita a prezzo di saldo. Il Mondiale per il è già finito.