ULTIM'ORA

Chiesa-Van de Beek e Campioni: Carlo dia senso!

ancelotti-insigne

di Paolo Jr Paoletti - Un rigore inesistente, prestazione mediocre, giocatori non da : 2-1 al 98′ contro un Cagliari indignato, che signica nire bene la stagione?
Questo non può competere con la , non si capisce quale aspetta…
La regalata contro il Cagliari ‘vale’ il secondo posto aritmetico a 3 giornate dal termine, poca roba al cospetto di uno , Ottavo consecutivo vinto con 5 giornate di anticipo: Che campionato è mai questo?
Al San Paolo uno spaccato umiliante per il italiano, celebrando un secondo posto a distanza siderale dai Campioni dopo una partita vinta immeritatamente!

Rigore inventato e standard di gioco inaccettabili: Ancelotti spieghi presente e sopratutto !

Ha ricevuto in dote un da 91 punti, lo ha destrutturato nendo a -20 dalla Juve, n quando per i bianconeri giocare valeva qualcosa!
Distacco vergognoso, doppio rispetto ad una Inter, terza a -10, giustamente fatta a pezzettini da pubblico, si, critica…

Stagione estremamente negativa dicono all’Inter, lo è altrettanto per il : e scuse valgono solo per i sotto a De Laurentis.
In serie A, delle 4 candidate alla Champions gioisce solo l’. Le altre anche i bianconeri hanno toppato e di brutto.
Juve a parte, facendo a gara a perder punti.
Esprimendo un livello di campionato, soprattutto nel girone di ritorno, drammatico. E Sky ben lo sa, omettendo gli ascolti del nale di stagione!

Ovvio che partite come -Cagliari e tante altre, non hanno più senso: nessuno le vede, nessuno stimolo, una bella seccatura…
Minutaggio a chi ha giocato meno per valorizzare quotazioni di mercato, tra gli azzurri crollate.
Come nel caso di Verdi, uno che fa il compitino, ma costato 25 milioni. Oppure di Younes e Ounas, in transito su binario morto.

Questo ha bisogno di campioni per fare il salto di qualità, altro che giovani di prospetto. Oppure giovani pronti come Chiesa e Van De Beek!!!
Nessuna capacità o competenza particolari: basta aprire il portafoglio.

Gente, senza paura di giocare al San Paolo, del peso di milioni di si e di una piazza che aspetta di vincere da 30 anni!
Servono giocatori di grande personalità, carattere, esperienza. Affamati di vittorie e di titoli.
Sfacciati e senza timori reverenziali verso nessuno.

Ancelotti chiede rinforzi, ma non può appiattirsi su un domani che così facendo non arriverà mai.
Chi ha mai vinto in Italia con una squadra di soli giovani?

I NANI. Mertens, assoluto protagonista, merita un rinnovo consistente. De Laurentis smetta di dire no! E’ tutta colpa sua se Dries ha fatto nemo quest’anno. Andava graticato subito.
Così come Insigne è il nodo da sciogliere: vuole veramente restare? Gli si rinnovi il contratto e lui dimostri di meritarlo. Con continuità di rendimento, serietà, maturità. Quest’anno anche Lorenzo è stato un flop, di gol, di gioco, di rapporti con il pubblico.
Gli elogi vanno meritati, le critiche accettate sempre. guriamoci quando giuste!

Insigne può essere il motore del nuovo se saprà reinventarsi sopratutto nel carattere: senza capricci e le ‘palle’ per portarsi il sulle spalle.
Mertens resta per tentare la scalata a Vojak, Lorenzo per dimostrare che ha capito cosa fare da grande.
Chi si condanna a restare eterno bambino, lasci spazio ad altri!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply