ULTIM'ORA

Chi di becerume ferisce: manichini, cori, gol negati!

DdJGxu6VQAAqvaz

di Paolo Paoletti - Sfottò macabro, pessimo, inscenato da alcuni della ntus?
A Mondragone nella notte di festeggiamenti per il 7° scudetto scudetto consecutivo, su un cavalcavia è stato appeso uno striscione con la frase ‘Avevano un sogno nel cuore’ e 3 sagome di giocatori con la maglia del Napoli e la maschera di Pulcinella impiccati al ponte stesso.

Il gesto è stato la probabile risposta alla scritta “ merda” apparsa sul monte Petrino domenica mattina.

Lo striscione prende di mira il c “Aiamo un sogno nel cuore”, cantato negli ultimi mesi dai del Napoli per sottolineare appunto il sogno di tornare a vincere lo scudetto dopo 28 anni di astinenza, sogno aritmeticamente tramontato domenica sera con il titolo vinto dalla ntus.

Il calcio deve dire basta al ed ai beceri!!!

Difficile se , politici, uomini noti alimentano la contrapposizione tra serie parlando di odio.
è ricaduto nel populismo essato commentano gli stupidi cori di di Marassi.
De Laurentis che dice ed il contrario di ogni giorno, nel fine settimana ha alimentato la cultura del sospetto adducendo lo scudetto perso ad 8 punti ‘rubati’ al Napoli dagli arbitraggi.

Tesi insolita, non avendo il coraggio di dire che gli 8 punti sareero stati regalati alla da favori arbitrali.

Il risultato di questi atteggiamenti sono: il reare negato a Mertens a Marassi ed i cori anti Napoli al Ferraris.
Chi non capisce che bisogna accete il risultato del campo ed attrezzarsi per vincere contro ogni avversità, meglio che stia zitto. Invece di sparare fesserie che aizzano gli sconsiderati.