ULTIM'ORA

Champions: Psg e Tottenham rischiano!

hqdefault

di Cocò Parisienne e Mary Bridge – La Champions fa festa presentando due gare-spareggio ad alto contenuto tecnico nella penultima della fase a gironi.

La gara più esaltante e per certi versi drammatica è -Liverpool, coi parigini che devono assolutamente vincere per non rischiare di restare fuori, visto che il Napoli dovrebbe fare un solo boccone della Stella Rossa mercoledì.

Altra sfida batticuore è Tottenham e Inter, con gli inglesi che devono vincere per non uscire nel gruppo B dominato dal Barcellona, unica già aritmeticamente agli .

Martedì gli incontri di cartello sono Roma- e Lione-Manchester , tutte e quattro candidate agli .

Alla Juve, invece, basta un pari per tenere fuori portata il .

MERCOLEDI.
Gruppo A: manca la matematica per la qualificazione di Atletico Madrid e Dortmund, a pari punti, coi tedeschi in vantaggio negli scontri diretti. Gli spagnoli, che hanno ritrovato il gol di Costa dopo 18 gare di Liga, sono favoriti sul Monaco, tornato al successo in Ligue1.
I tedeschi, schiacciasassi in Bundesliga, ospitano il Bruges, che prova a blindare il .

Gruppo B: Kane contro , rivincita dopo il sorpasso finale nell’andata. Gli inglesi sono in ripresa e hanno bastonato sabato il , ma anche i nerazzurri sono in grande forma. Il Barca di Messi vuole timbrare il primo posto a Eindhoven.

Gruppo C: il girone della morte spaventa il , a punteggio pieno in Ligue1, che va fuori se perde col Liverpool in casa e il Napoli vince. I parigini non possono fallire di nuovo e recuperano Mbappé e Neymar acciaccati con le nazionali. I Reds sembrano tornati in forma e Salah e’ tornato al gol. Il Napoli di Ancelotti, in bianco col , non deve ripetere le incertezze dell’andata con la Stella Rossa e spera in un acuto di Insigne.

Gruppo D: primo posto in palio tra e Schalke coi tedeschi, in ripresa in Bundesliga, che necessitano di un successo. Il galatasaray punta invece sul successo dei ghesi per tornare in ballo, ma prima deve vincere a Mosca col Lok.

MARTEDI.
Gruppo E: Bayern e Ajax a un passo dagli . I tedeschi, in piena crisi in Bundesliga (sabato si sono fatti rimontare due gol dal Dusseldorf nonostante il ritorno al gol di Muller) si qualificano anche con un pari col Benfica ma devono vincere per blindare il primo posto e allontanare le polemiche. L’Ajax si qualifica subito se vince ad Atene.

Gruppo F: il prova a vendicare la sconfitta in casa col Lione ospitando i francesi e, vista la forza e la continuità della squadra di Guardiola, è il risultato più probabile. Un pari qualificherebbe gli inglesi ma sarebbe bene accolto anche dal Lione che deve guardarsi dall’Hoffenheim favorito nell’altra sfida con lo Shakhtar.

Gruppo G: due squadre in crisi, ma quasi qualificate. Roma e Real vengono dai ko in campionato: ai giallorosso basta il pari per passare, ma per puntare al primo posto serve una vittoria. Il Real vuole una vittoria per blindare subito la qualificazione, a meno che il Cska non vinca col Plzen. Dirigerà il francese Turpin, arbitro di Roma-Barcellona 3-0. Nei cinque precedenti all’Olimpico il Real ha vinto quattro volte.

Gruppo H: dopo il blackout finale con l’United alla Juve basta il pari col per passare, ma la forma della squadra e l’ap sempre più efficace di Ronaldo sembrano dare poche chance agli spagnoli che dovranno accontentarsi del . Il Manchester di United, deludente ancora in Premier, dovrebbe disporre agevolmente dello Young Boys nell’altra sfida.