ULTIM'ORA

Champions, +35% ai club: ecco perchè ADL, ma…

champions_league

di Bianca Latte - La nuova sarà sempre più ricca. A partire dalla stagione 2018/19 parteciparvi aumenterà i ricavi dei club del 35% previsto dai premi in denaro: 1,9 miliardi di euro da distribuire ai club.

Le squadre ne ai gironi saranno 4 e avranno 15 milioni di euro garantiti contro i 12,7 attuali.
Ogni vittoria varrà il doppio, ma l’aumento riguarderà anche ogni qualicazione.

Ecco spiegato lo spasmodico esse di De Laurentis per il 2° e 3° posto…
Adesso però si trova al bivio: solo i risultati daranno veramente di più se il 60% dei premi saranno determinati dai risultati di stagione e da quelli storici!
Si capiscono quindi le necessitò di Roma, , e che sperano di qualicarsi per la prossima Champions.

Pioggia di soldi in arrivo, classica alla mano, per e Napoli, mentre questa novità servirà da ulteriore stimolo alle squadre in lotta per gli ultimi due posti come Roma, , e . Partecipare o meno può fare veramente la differenza sul presente e sul a breve termine.

Dai 12,7 milioni di quest’anno per la presenze nei gironi di Champions, si passerà ai 15 garantiti, ogni vittoria vale 2,7 milioni (contro l’attuale quota di 1,5), la qualicazione ad , quarti e seminali vale rispettivamente 9,5, 10,5 e 12 (adesso sono 6, 6,5 e 7,5), e divene campione regala 19 milioni di euro (l’ingaggio annuale lordo di un top player in ) contro i 15,5 di oggi.

Altra novità sarà la ripartizione delle risorse: il market pool (proporzionale al valore dei diritti tv) inciderà soltanto del 15%, i premi da risultati del 30% e quelli di partecipazione del 25%, mentre il restante 30% arriverà dai risultati storici. Una voce che motiverà ancora di più il che, qualicandosi, guadagnerebbe molto di più rispetto alle altre, in virtù delle 7 coppe in bacheca, 3 in epoca Champions.