ULTIM'ORA

CBF sogna Pep, Mou rifiutò! Oggi finalina di nessuno.

void(0)

di Ipa del Mar - “Per la Selecao ci vorrebbe o Mourinho…”. Josè Maria Marin presidente in carica CBF, ex politico legato alla dittatura militare, pensa che “il Brasile non ha niente da imparare, abbiamo vinto cinque titoli mondiali e siamo i migliori, tecnici compresi”. Allora perchè il 7-1 beccato dai tedeschi? Inutile non vedere, non sentire, non parlare…il mondo intero sa come sono andate le cose e quanto vale questo Brasile.
A Belo Horizonte è crollato il mito do futebol, rovinosa caduta verso l’inatteso destino.

José Mourinho ha già riutato la Seleçao. Lo rivela Marca. Il ghese avrebbe ricevuto una sostanziosa offerta per guidare i verdeoro… un no, interlocutorio, per riprendere il discorso nel 2017 dalla preparazione alla Confederation Cup prima dei Mondiali in Russia del 2018. Un’eternità!
sarebbe più abbordabile a giugno 2015, 3 mesi dopo l’elezione del prossimo presidente CBF, se vince la Champions col Bayern.

Oggi, il Brasile è all’ultimo atto, la nale che nessuno immaginava.
E nessuno ne parla qui, come nessuno ha ancora digerito il vergognoso 1-7.
In ritiro c’è Neymar che ha capito di aver scansato per un sofo, appena 2 centimetri la sedia a rotelle. Impossibile che per un colpo involotario si possa rischiare paralisi e carriera. Zua, , Sistema devono pagare le colpe della diseducazione sportiva e dell’esasperazione mediatica glia dello show-.

Non arriverano e Mourinho ma in pochi si salveranno dalla verdeoro. ‘Marchiati’ a vita nonostante l’appello di O’Ney…”sarebbe ingiusto se facessero con noi quanto è successo a Barbosa. Dobbiamo tornare in cima al Mondo e tornare a sorridere”.

Serve tempo, nuove leggi, una CBF forte, spazio ai giovani.
Il Brasile che gioca contro l’Olanda appartiene al passato. Il sogno è svanito: nel di casa, il terzo posto e poco più più di niente. Rivincita del quarto di nale di Sudafrica 2010, dove vinsero gli arancioni.

Tra a Scolari e accuse ai , gira voce che Scolari potrebbe rimanere no a dicembre. Il contratto di ‘Felipao’ è in scadenza a luglio, prorogarlo sarebbe un affronto al Pais.

Tite sempre in pole-position non aspetta: ‘ex Corinthians non resta senza panchina no a ne 2014, aspetterà la Cbf in tempi brevi, dopo c’è una tra Palmeiras, Atletico Mineiro, Gremio e Flamengo.

Il nuovo presidente della federazione arriverà ad aprile 2015 e si dice che vorrebbe Muricy Ramalho che nel 2010 riutà la Seleçào al posto di Dunga perchè in parola col Fluminense con cui vinse il ‘Brasilerao’.

Ma Carlos Miguel Aldair, presidente ‘tricolor’ ammette: “se ci fosse la necessità, mi siederei con CBF per discuterne, ci sarebbero molti fattori da analizzare. Non sarebbe certo un problema di , ma di prospettive: chiunque scelgano, comincia un nuovo ciclo e bisogna dare tempo e modo a questo tecnico di arrivare no al del 2018″.