ULTIM'ORA

Cavani spacca Napoli: mozzarelle ma non giochi!

cavani_psg_18-2

di Paolo Jr Paoletti - È il più atteso al , giocherà?
Thomas Tuchel non è sicuro di utilizzarlo dal primo minuto. Ma il pulico azzurro lo ha accolto con cori e applausi al suo arrivo all’Hotel Caracciolo, cancellando i fischi dell’amichevole del 12 agosto 2014.

La prima ufficiale di Edinson Cavani a Napoli da è diversa per i , che sperano di rivederlo in azzurro dopo i d’estate. emozionante allo stadio di Fuorigrotta: passo lento, pensieroso, gli occhi che brillavano negli sguardi verso le porte, le tribune, le curve che ha fatto cantare per tre anni, izzando 101 gol con il Napoli.

Il Matador non ha dimenticato: “Qui ho trascorso tre anni fantastici, ora ritrovo Napoli da avversario in una partita molto complicata sia per noi che per loro. Sarà un gran match perché entrambi vogliamo vincere per passare il turno. Qui non è mai fa, ma noi doiamo cercare di imporci col nostro gioco e proveremo in tutti i modi a farlo”, ha detto al sito del Psg.

Nessuna concessione ai di mercato, nonostante i regali ricevuti: due overboard e delle mozzarelle consegnate in via Carbonara assieme a Neymar, Buffon, Mbappé e Thiago Silva, tutti fischiati.

Ha chiarito, il suo procuratore Fernando Guglielmone: “A Edinson piace Napoli, ma resta al Paris Saint Germain. Sono suggestioni della stampa na, ma io non ho avuto contatti con Aurelio De Laurentiis”, ha tagliato corto l’agente.

Poi la solita frase che riaccende le speranze: “In futuro è possibile, ma affinché possa tornare a Napoli ci devono essere le condizioni, il Psg sicuramente non lo regala. E lui in questo momento pensa a vincere la con i parigini”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply