ULTIM'ORA

L’ex Fassone spinge Gigio alla Juve!

url-2

di Nina Madonna - Caso Donnarumma: entra in scena la Juventus! Il no di Mino al rinnovo ha aperto l’asta su Gigio: , , Manchester United, Juventus…
si è posizionato: “dobbiamo provarci”, ma il contratto scade nel 2018: quindi bisogna passare per il Milan, che dichiara di non voler cedere il portiere.
Si compromette Massimiliano Mirabelli: “L’input della proprietà è di non accettare offerte, anche perché per noi Donnarumma non ha prezzo. Non lo vendiamo, per ora”.
Marco , amministratore delegato ed ex Juventus, raccoglie invece i messaggi bianconeri: “ proverà per Gigio? Mi sarei stupito del contrario. è molto abile, noi siamo qui”.

NO SIMBOL. Mirabelli spiega: “Noi volevamo un simbolo per i nostri si e Gigio aveva tutto per diventarlo: avrebbe avuto la fascia di capitano e l’offerta era enorme, considerata la sua ssima età e l’onere per il Milan: 25 milioni netti in cinque anni signicano 50 milioni lordi a carico del club. Ci siamo rimasti male perché non c’è stata trattativa. Non è vero che nell’incontro di giovedì c’è stata tensione con o che abbiamo litigato. Le parti hanno preso atto della situazione e ognuno è andato per la propria strada. Siamo amareggiati, come lo sono i nostri si. E lo dico con il massimo rispetto per le scelte di Gigio e : ognuno è libero di fare ciò che crede. Ora cerchiamo un portiere da Milan”.
Poi, la provocazione: “ vuole lasciare il Madrid per problemi col sco spagnolo? Beh, se il vuole Donnarumma, siamo pronti a parlarne con Perez. Naturalmente, non si parte dai 400 milioni di cui parla la stampa spagnola”.

AMBIZIONE. “Una cosa deve essere chiara: chiunque giochi nel Milan, chiunque accetti di venire al Milan, deve rendersi conto di che cosa signichi questa maglia e deve puntare al massimo obiettivo in ogni competizione. Mi guardo bene dall’essere presuntuoso: ma, a partire dall’, passando per la e arrivando al campionato, in qualunque competizione scenderemo in lizza, dovremo puntare al traguardo più importante”.