ULTIM'ORA

Caso Abbiati: già 1500 gialli, 100 rossi. Vergognoso!

AC Milan v Parma FC - Serie A

di Paolo Paoletti - Abbiati espulsione record, lancia l’ennesimo dubbio: ma nel calcio è possibile consentire tutto?
Nicchi dice una cosa giusta, capita anche a lui.
Se ad oggi, solo in serie A, ci sono stati quansi 1500 cartellini gialli e quasi 100 , è necessario dire che i calciatori del campionato italiano sono scorretti, falsi, ineducati e contro i valori dello sport!
La colpa è innanzitutto dei club, dei presidenti che pensano solo ai soldi, di calciatori e manager che imitano i presidenti fino a dover essere presi a calci per le assurde pretese economiche. Anche di giornali e che beatificano i calciatori per un niente, sono genuflessi alle società con più ascolto, non possono in alcun modo criticare un prodotto pagato 1 miliardi di euro l’anno!
Cosa resta di tutto ciò?
impreparati, impauriti, vessati perchè spesso inadeguati a recitare il ruolo e in altre addirittura conniventi col Sistema.
In Milan-Parma e Genoa-Juventus ne cono accadute di tutti i colori. L’impressione è stata netta:
1. Il potere di Berlus è finito anche se il rigore concesso al Milan è stato del tutto inventato per pareggiare l’espulsione di Abbiati.
2. La Juventus comincia a stancare e i due annullati a Osvaldo sono la diretta conseguenza di un campionato svilito dal dominio bianconero. Ed il troppo storpia sempre.

Vediamo.
Carretta di errori di Celi, in Milan-Parma, tutti ai danni del Parma. L’arbitro grazia Mexes nonostante due interventi spaccagambe. Andava espulso. Il rigore per il Milan era inesistente: il contatto fra Obi e Montolivo inizia fuori area, il rossonero strattonare l’avversario, non vicerversa”.

Altra abboffata di fesserie anche di Mazzoleni, in Genoa-Juventus. All’inizio ci poteva stare un rosso per De Maio su Lichtsteiner. Poi vede bene annullando il primo di Osvaldo, fuorigioco sul tocco di Llorente. Sbaglia clamorosamente annullando ancora ad Osvaldo, in posizione reare sul tacco di Pogba.
Non basta: mancano un rigore per il Genoa, per fallo di Lichtsteiner su Bertolacci, e uno per la Juventus, per mani di Antonelli.
Poco dopo Mazzoleni fischia giustamente rigore al Genoa, per mani di Vidal uguale a quello di Antonelli.

In generale serve cambiare le ree. Busacca, uno degli a rbitri più esperti e designatore Fifa, rifiuta la ma punta il dito sulla riscrittura della rea 12 che definisce quando il cartellino rosso è giusto nel danno procurato all’avversario in chiara occasione da .
Inoltre che la Federcalcio imponga un codice etico come fatto per la .
E’ uno dei punti fermi di Prandelli che nell’incontro decisivo per la sua conferma chiederà più potere sui club.

Difficile capire come finirà: tutti invocano la tecnologia, nessuno ree di comportamento.
Tosel farà nuovamente ricorso alla prova per squalificare Guarente, che ha preso a pugni un collega blucerchiato come fece con gnoli.
Uno schifo che dei colleghi si prendano a pugni, si sputino addosso, che se ne dicano di tutti i colori, dalle bestemmie alle più efferate.

Questo è il calcio di oggi: diseducativo, fraudolento, brutto.
I devono starci lontano. Così gli stadi si sono svuotati, ci sono sempre meno talenti, la è oggetto di crescita zero individuale e di tutto il movimento.