ULTIM'ORA

Carlo Magno è del Bayern: 3 anni per conquistare il Mondo!

Carlo Ancelotti will replacing Pep Guardiola next season as Bayern Munich coach

di Marco Innocenti - Carlo Ancelotti, sarà il tecnico del Bayern Monaco che chiude il suo curriculum straordinario. Dopo il divorzio dal Real Madrid, dove è sempre più rimpianto, il tecnico emiliano sembrava destinato ad un in League ma l’addio di Pep Guardiola, a sua volta pmo al Manchester City, lo porterà alla guida del bavarese.
Contratto triennale, mandato esplicito: vincere specialmente in , ma Ancelotti avrà anche lo stimolo di aggiungere al suo già ricco carnet ricco di scudetti, League col Chelsea e Ligue 1 col Paris SG – anche la prestigiosa Bundesliga per un grande slam unico.

Il titolo in 4 dei grandi campionati europei si andrebbe infatti ad aggiungere al record che lo accomuna a Mourinho, Heynckes, Happel e Hitzfeld, una con due squadre diverse.
Sempre che non divengano 3. Perchè la carriera dell’ centrocampista di e Milan, pupillo di Sacchi e ora preferito da Al Ferguson, è partita dalla piccola Reggiolo arrivando in cima al mondo.
Avesse vinto col Real Madrid anche la Liga, oltre che la storica ‘Decima’, ‘Carlo Magno’ non si sarebbe trovato inaspettatamente libero la scorsa estate.

In questi mesi ha ricaricato le pile, smaltita forse la rabbia, e aspete le numerose proposte di contratto, con la possibilità di scegliere il meglio. Scartata l’, nonostante qualche profferta dell’amato Milan, forse speranzoso di tornare al Chelsea – ma quando sembrava che Mourinho non avrebbe comunque lasciato -, alla fine l’allenatore dal tocco magico ha optato per a munificenza e l’organizzazione di uno dei più seri del mondo. Da giorni si attendeva l’annuncio, che è arrivato oggi attraverso una stringata nota sul sito della società bavarese: “Pep Guardiola lascerà a fine stagione la panchina, dal 1/o luglio lo sostituirà Carlo Ancelotti con un contratto fino a giugno 2019″. “Sono molto onorato di divene nella pma stagione l’allenatore di un grande come il Bayern Monaco”, recita la sua prima dichiarazione, riportata sul sito. Sarà il secondo allenatore no alla guida dei bavaresi: prima di lui Giovanni Trapattoni, che sedette su quella panchina nella stagione 1994-1995 e poi dal ’96-’98, vincendo una Bundesliga, una Coppa di e una . Circa un mese fa, Ancelotti si era detto pronto ad attendere eventualmente un’altra stagione pur di avere l’offerta giusta. Non ce n’e’ stato bisogno, perchè a Monaco, lasciato Guardiola e capito forse che la stella di Mourinho è ora un po’ appannata non hanno avuto dubbi a chiamare l’unico altro sicuro “vincente” disponibile. Lo ha detto chiaro il n.1, Karl Heinz Rummenigge, che nel ringraziare Guardiola “per quanto fatto e farà fino a giugno” ha sottolineato che “Ancelotti ha vinto ovunque e conquistato già tre volte la League”, lasciando chiaramente intendere l’obiettivo atteso. “Carlo è un tecnico d’esperienza, calmo ed equilibrato – ha proseguito Rummenigge – che sa come gestire i grandi campioni e propugna un gioco poliedrico. Noi cercavamo proprio questo, e lo abbiamo trovato. Non vediamo l’ora di lavorare con lui”, ha chiuso il dirigente, in una velata critica al ‘perfetto’ catalano. Anche Ancelotti, che voglia e spazio in bacheca sembra averne ancora.