ULTIM'ORA

Carlo: 2-1 e troppi errori. Manolas ok ma non è Albiol!

ancelotti.allenamento.napoli.750x450

di Paolo Jr Paoletti - Ancelotti spiega la prima sconfitta della nuova stagione e le strategie di mercato…

“Dopo 7 giorni era questa la condizione che mi aspettavo più o meno, aiamo fatto molta prevenzione, ora faremo carico. Eravamo in pochi, la seconda settimana sarà più intensa ora che sono arrivati anche 7-8 calciatori in più. Nel primo tempo aiamo fatto aastanza bene, soprat in anche se aiamo sbagliato come la scorsa stagione. Gaetano Buono era in una posizione diversa dal solito, vogliamo capire se lui e gli altri giovani possono rese con noi o devono fare esperienza fuori. Proseguiamo così fino al 24 d’.
entra in condizione prima degli altri, Di Lorenzo ha fatto la sua prima partita. Non mi aspetto nulla da queste partite, solo una crescita della squadra attraverso gli allenamenti.
Arrivati Manolas e il capitano, vogliamo consolidare la nostra idea di gioco. Di Manolas mi piace la sua fisicità, velocità, il fatto che sia forte nell’uno contro uno. Con Koulibaly coppia formidabile, ma devono coordinarsi perché manca un professore come Albiol al l nco”.

TATTICA. “La fase difensiva sarà sempre 4-4-2, in fase d’ a volte possiamo fare costruzione con tre un terzino che sale, a volte un difensore centrale con due centrocampisti, a volte due e un centrocampista. Altre volte possiamo passare da unea a cinque e poi a quattro”.

JAMES. “Queste idee di gioco l’aiamo sviluppata lo scorso anno, avere un difensore come Hysaj e a sinistro come Ghoulam ci portava ad avere più spinta a sinistra. Con questa rosa qui e altri accorgimenti che arriveranno dal mercato si può migliorare, se uno di questi si chiamerà James Rodriguez sarà diverso. Lui può giocare in tante posizioni, è un 10 classico abituato a giocare dietro la punta o da esterno ma con la tendenza di entrare in campo. E’ un giocatore che ha molta qualità e classe. Gli ho mandato un messaggio per gli auguri. E’ un ragazzo molto serio e umile, c’è un trattativa in corso che sarà lunga. Non è semplice, speriamo che vada bene. Se non andrà bene si potrà cambiare obiettivo se non riusciamo a prendere lui”.

MILIK. “L’attaccante moderno non deve essere solo un finalizzatore, per questo Milik è molto utile per noi. E’ un ragazzo pieno di caratteristiche e deve soltanto essere più presente in area”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply