Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : xmlParseEntityRef: no name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Come mai Bagliani & C hanno sentito il bisogno di ricordi lontani, dal Quartetto in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220
ULTIM'ORA

W gli ospiti: al Festivàl è morta la Canzone Italiana!

94cf3453b1abafd0c856f29d13a9eb3d

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : xmlParseEntityRef: no name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Come mai Bagliani & C hanno sentito il bisogno di ricordi lontani, dal Quartetto in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

di Paolo Paoletti - “Se il vuole davvero essere una manifestazione popolare, potrebbe essere giudicato solo dal televoto”, Claudio Baglioni si candida con questa dichiarazione al 70° Sanremo!

Le polemiche scatenate sul web per le preferenze del televoto ribaltate dai delle giurie tecniche, sono solo l’antipasto di ciò che deve accadere…
“O il risultato nale viene deciso da giurie ristrette di addetti ai lavori, certicati tali, o la mescolanza con il televoto rischia di essere discutibile. Pochi pensano in un mondo, altri in un altro, ma si ano. E’ lo specchio della società”.

Sanremo che ha rinunciato all’identità di della Canzone na, si scopre fuori posizione su tutto: brutta musica, lontana dalla canzone riconosciuta in tutto il mondo, ammodernamento commerciale ma non artistico, contraddizione tra preferenze dei ‘tecnici’ e quelle della gente!

Su cui però si allunga la ‘longa manus’ dei ad hoc organizzati e pagati dai concorrenti!

Ha vinto Alessandro Mahmood, italo-egiziano. Il caso sulla sua nazionalità è un articio voluto e innescato dal suo testo che narra le difcoltà degli immigrati. Tema attualissimo. Ma il nodo sta nel fatto che la musica di Mahmood, per sua stessa ammissione, è genere Marocco-pop. Che c’entra con la Canzone na?

Prima di cambiare sistema di voto, il cambi nome. Ripudi la Canzone na, apprezzatissima anche nella necessaria modernità: Matteo Bocelli, 21 anni, canta Canzone na: avesse partecipato da solo con ‘Fall on me’ avrebbe vinto. Perchè canta bene e la Canzone è bella! Questo è il punto.

Lo ribadiscono tutte le ospitate: da Bocelli padre che ha cantato la Canzone con cui ha vinto nel 1994, alla mitica Giorgia, Cocciante, Elisa, Ramazzoni, Serena che ha riportato all’Ariston Mimi Bertè, per are fortunatamente il coraggio inopportuno di Loredana!!!
Quindi Mengoni e Venditti, il grande Ligabue e l’intramontabile Mannoia…

Al , in calo di ascolti serve buona musica. Manco a farlo apposta ci si è messo anche Giampieri Artegiani, a ricordarlo, lasciandoci proprio un giorno prima dell’inizio del Festivàl! ‘Perdere l’Amore’ fu il trionfo della Canzone na, che ha perso tutto da quando si è contaminata con generi popolari, da rispettare, ma lontani dalla matrice della musica na che il ha eato, come facevano gli emigranti di inizio Novecento sui bastimenti per l’America.

Primo esempio di musica di eazione che ha conquistato il mondo!

La storia della canzone na inizia alla metà dell’Ottocento, con ‘Santa Lucia’ di Teod Cottrau ed Enrico Cossovich, traduzione di una barcarola originariamente in dialetto napoletano, primo riuscito tentativo di armonizzare melodia e testo della tradizione musicale colta con quella di matrice popolare.

Analizzare la musica è scoprire gli ingredienti di un piatto, come lo si prepara, quali attrezzi servono, la cottura necessaria eccetera.
Consapevoli che la musica non è un fenomeno astratto e difcilmente si studia a tavolino, anche nell’ambito della musica leggera e nelle sue varie forme di contaminazioni: jazz, pop, eccetera…

La canzone poi ha regole precise con due forme principali di composizione: quella con strofe e ritornelli e la canzone con lo schema AABA.

1. La forma strofe-ritornelli emerge nella canzone na. Che grazie al ritornello resta nella memoria.
Si basa su questi elementi: introduzione, serie di strofe, ritornello, altre strofe, ritornello a piacere.
In mezzo anche altri elementi come ad esempio un ponte o uno special, uno o un break, una melodia ricorrente, una parte dedicata solo strumentale o lasciata all’improvvisazione.
Inne, invece di troncare netto la composizione, si conclude con una parte chiamata coda, che preannuncia il nale vero.

Dove è nito tutto questo sapere? Cosa è rimasto dello studio della composizione, dell’armonia, dell’uso della voce, primo essenziale strumento?

Basta con gli improvvisati, istintivi, storpiatori. Basta almeno dell’ambito di una Kermesse chiamata della Canzone na!
Che pure nel Novecento di è evoluta decade dopo decade: dagli preti, ai cantautori, al pop.
Ma sempre nel rispetto della melodia.

Si vuole cambiare?
Ognuno si assuma le dovute responsabilità: cambi, ma cambi anche il nome del . L’edizione 2019 non è stato vinto dalla Canzone na. E non per Mahood!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply