ULTIM'ORA

Roma, 25 arresti: Uefa e Ue blocchino tutto!

Feyenoord's supporters in Rome

di Romana Collina - Sono sei, tutti attualmente detenuti al Regina Coeli, i si del Feyenoord arrestati nel corso degli scontri avvenuti nella zona di Piazza di Spagna all’immediata vigilia della sda di Europa League contro la Roma. Sono tutti accusati di resistenza a pubblico ufciale e lesioni. Per i disordini di due giorni fa a Campo de’ ori, invece, già condannati altri 19 hooligan.

Il ‘sacco’ di Roma dei si olandesi del Feyenoord, deve avere una risposta decisa e denitiva: l’Uefa elimini dalle Coppe chi è colpevole di simili distruzioni. Anzi lo faccia per molto meno.
A Londra i razzisti si del Chelsea sono stati inibiti dal frequentare gli stadi a vita!!!

Gli olandesi in 2 giorni hanno sfasciato Roma prima in Campo de’ ori e poi su Piazza di Spagna danneggiando la Barcaccia del Bernini.
E come se si entrasse al Louvre (purtroppo al Louvre) a buttare birra sulla gioconda…

Una violenza annunciata dalla seria olandese ben note alle forze dell’ordine.
L’Ue promette linea dura contro i barbari? Aspettimo, Platini si gioca più della faccia.

Piazza di Spagna è stata ripulita e questa mattina ci sono stati rilievi da parte della sovraintendenza capitolina per valutare i danni alla fontana.

Sotto accusa il dispositivo di sicurezza predisposto per il temuto match col Feyenoord.
La questura conferma di preparativi n da gennaio con le autorità olandesi, che avrebbero segnalato solo poche centinaia di si pericolosi sui circa 5 mila ‘ufciali’. A Roma non è andata così.

Forza Italia chiede le dimissioni del Sindaco Marino che oggi incontrerà Alfano, ministro dell’Interno, per l’accaduto.
Il sindaco va all’attacco di questura e prefettura. “Il sindaco, anche della Capitale, non ha alcun potere sui Carabinieri, sulla Polizia, sulla Guardia di nanza. Esiste una gura che si chiama prefetto, che ha i poteri, conferiti dal ministero dell’Interno, per gestire la sicurezza e l’ordine pubblico in una città. Non è certo il sindaco che deve armare i cittadini”. Il primo cittadino fa sapere che “non nisce qui”. “Chi rompe deve pagare – attacca – c’è bisogno che qualcuno si assuma la responsabilità: la squadra di , o l’Olanda”.

Ue, linea dura. “Linea dura contro le azioni di chi si denisce so del Feyenoord – scrive su Fb il primo vicepresidente della Commissione Ue, Frans Timmermans, olandese e romanista doc – il segno della barbarie e della maleducazione: Roma è la mia seconda casa da anni. I miei pensieri vanno agli agenti feriti e agli abitanti di Roma”.

Ieri sera dopo la partita i si del Feyenoord hanno lasciato lo stadio , circa un’ora dopo i sostenitori della Roma. Gli oltre 2.000 supporter della squadra olandese sono stati fatti salire su 70 autobus messi a disposizione dall’Atac, la società che gestisce il trasporto pubblico a Roma. Tutti sono stati scortati dalle forze dell’ordine verso la stazione Termini mentre solo alcune centinaia sono stati accompagnati all’aeroporto di umicino da dove si imbarcheranno in direzione Rotterdam. All’esterno dello stadio non si sono registrati disordini né durante né al termine dell’incontro. Il deflusso dei si olandesi si è concluso senza alcun problema grazie anche all’imponente spiegamento di forze dell’ordine che hanno presidiato per l’intera serata l’area adiacente allo stadio .

Poche ore prima della partita scontri nel centro di Roma tra la polizia e i si del Feyenoord. I nuovi momenti di tensione dopo quelli di mercoledì sera a Campo de’ ori si sono vericati a Piazza di Spagna ed anche al Pincio. I si hanno lanciato oggetti e fumogeni contro gli agenti che poi li hanno dispersi caricandoli.

Il er Matteo Renzi: “Quello che è accaduto” a Roma, con la devastazione portata dai si olandesi, “è un segno di barbarie e inciviltà: noi non andiamo all’estero a fare queste guracce”.

“Puniremo con molta se e durezza” i si olandesi che “pieni di birra” hanno preso a sassate Roma, e provocato “scontri: un “vero e proprio insulto alla civiltà”, ha detto Renzi a Virus su Raidue.

“Se ci sono state sottovalutazioni, degli errori da parte nostra, lo vericheremo”, ha aggiunto. Ora tra le priorità c’è “rimandarli a casa e fermare e condannare i responsabili”.

In tutte le sedi e in tutte le tà del europeo “faremo notare che non è ammissibile e concepibile che prima ieri sera poi oggi, si sia andati in luoghi simbolo della cultura a tenere in scacco una città. E’ inaccettabile”, ha aggiunto Renzi sulla vicenda dei si olandesi a Roma. “Attendo le scuse del Feyenoord”, ha detto il er.

“Non sono al corrente dei dettagli di quanto successo fuori dallo stadio e quindi mi astengo dal fare commenti. Sono concentrato sulla partita, è quello il mio compito e la mia responsabilità”. Evita commenti Fred Rutten, allenatore del Feyenoord. Il tecnico, dopo aver precisato che ci sono “altre persone preposte a prendersi le responsabilità” per i fatti accaduti prima dell’incontro dell’, si è soffermato ad analizzare la gara pareggiata 1-1 con i giallo.

E’ di 28 si del Feyenoord arrestati, cinque olandesi contusi e 13 rappresentanti delle forze dell’ordine feriti il o nale degli scontri pre partita di Europa League a Roma. Lo ha fatto sapere la Questura, illustrando il dispositivo di sicurezza messo in atto, e sottolineando che “l’intervento delle forze dell’ordine, immediato ed evidentemente necessario, ha dovuto tener conto sia del sto urbano oltre che della presenza di cittadini e turisti”. Evitata, comunque, una ‘invasione’ ancor più violenta.

Danni alla Barcaccia dopo il ‘passaggio’ dei si del Feyenoord a piazza di Spagna. Un frammento della Barcaccia, indica un vigile urbano, è stato divelto dai si del Feyenoord ed è visibile in fondo all’acqua tra bottiglie di vetro e cartoni di birra.

Ira Franceschini. “E’ una . Non sono si, sono vandali”. Il ministro della cultura commenta così i danni alla Barcaccia e le devastazioni di Roma da parte degli ultrà olandesi. “Spero – aggiunge che adesso ci siano punizioni esemplari. In questo momento sono in corso gli accertamenti delle soprintendenze di Stato e Comune”

Il sindaco Marino scrive su twitter: “Roma devastata e ferita. In contatto con Prefetto, Questore e Ambasciatore d’Olanda. Non nisce qui”.

OLANDA. Per fortuna i danni alla Barcaccia sono lievi, “qualche bottiglia è arrivata sul margine, si è staccata solo qualche scheggia”, ma resta la “”. Il portavoce dell’ambasciata olandese Aart Heering commenta così quanto accaduto a piazza di Spagna, con i si del Feyenoord che hanno danneggiato la Barcaccia. “Io sto con la polizia”, ripete. “Il deve essere una festa dove non c’è posto per la violenza. Le autorità italiane possono contare sulla completa collaborazione e l’impegno dell’Olanda per far sì che i colpevoli vengano puniti”. Così l’ambasciata olandese, dopo gli scontri a Roma, con una nota concordata con il ministero degli Esteri olandese.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply