ULTIM'ORA

Calcio-truffa: da Moggi a Letta, il Sistema vince!

C_29_articolo_1021055_upiImgPrincipaleOriz

di Paolo Paoletti - La giustizia ordinaria metta fine a questo schifo e quella iva la smetta di farseggiare condanne che nessuno sconta!
Adesso scompare il TNAS e cala dal cielo una superprocura federale: a che serve se nessuno può punire se stesso?
Cosa fa Malagò, eletto al Coni proprio per una folata di aria pulita?

Per anche l’appello ha confermato 2 anni e 4 mesi di condanna. E gli è stata prescritta la frode iva.
A Mazzini, vicepresidente , 2 anni. Condannati anche gli De Santis (1 anno), Pairetto mentre Bergamo è stato rimandato al primo grado.

Salvi solo perchè prescritti Lotito e .
Ma che calcio è questo? Chi può più crederci?
La tv smetta di beatificare un mondo di loschi individui: gente che dovrebbe essere in galera e che per soldi si farebbe ammazzare.
Il calcio in un paese civile – ma l’Italia non lo è da tempo – è solo uno non il salvacondotto per l’impunità!

La nuova inchiesta della Procura di Cremona sul Calcioscommesse rilancia una infamia mai finita: calciatori e dirigenti si vendono le partite.
Tutti i tifosi di tutte i club dovrebbero costituirsi parte civile e chiedere un risarcimento morale e materiale.

Con il coinvolgimento del presidente Mezzaroma, il Siena rischia responsabilità diretta e retro in Pro. Per Milan e Lazio, le accuse a Gattuso e Brocchi, determinano la responsabilità oggettiva, ovvero solo punti di penalizzazione.

E di mezzo ci sono ancora Conte e la Juventus: nessun illecito, ‘solo’ omessa denuncia.

Gli stadi si devono desertificare, altro che curve chiuse.
La paytv che si regge sil calcio deve fallire.
Giornali e giornalisti ivi tutti tifosi di qualcuno – quando non coinvolti negli scandali – si occupassero dei cosidetti minori, il vero !

Ci fosse almeno qualcuno che con buona volontà raccontasse tutto di tutti. Sarebbe almeno possibile fare un distinguo tra chi ruba e chi a malincuore non lo fa.

Da tempo propongo un programma di inchiesta sul calcio, un report del pallone… nessun editore ha il coraggio di farlo.
Eppure gli ascolti e quindi la pubblicità sarebbero certi….
Emerge quindi la vera : il calcio italiano è un Sistema a delinquere ai danni degli italiani: tifosi, sponsor, abbonati a e Mediaset, compratori di merchandising, giocatori di scommesse lecite.

Tutti ti e utilizzati per sostenere il Sistema, dove vince chi deve vincere e perde chi deve perdere!
Attenzione non nel danneggiamento di chi è ignaro…con la partecipazione conscia e attiva di chi protaginista o compirmario del Sistema recita il ruolo affidatogli per enormi interessi personali.

Credete che la Juventus se non fosse necessaria alla Fiat, sarebbe ancora lì?
O il Milan che solo adesso decaduto Berlusconi decade al livello degli altri.
Ma anche il Napoli ripescato dal fallimento con una operazione finanziata dagli italiani – i soldi di Unicredit – che ha arricchito De Laurentis il quale ha potuto pagare con il calcio tutti i debiti della Filmauro, mettere a stato paga del Napoli tutti i suoi costi anche personali – mai visto che un presidente ed i suoi familiari si paghino 4,5 milioni di stipendio netti l’anno!
Oltre 78 milioni di utili, sottratti ala capitalizzazione della società con l’acquisto di beni strumentali (calciatori) a favore dello Stato, a cui il Napoli paga tasse da capogiro.

Perchè tutto questo se non fosse prevalente l’interesse del Sistema?

Se Letta e questo Governo finanzierà una legge sugli stadi a favore dei club di serie A e non dell’impiantistica iva popolare a cominciare da quella delle scuole, avrà ancora una volta ragione ed il Popolo dei Forconi, dovrà passare alle vie di fatto, sostituendo ai forconi la ghigliottina!

Vergonaaaa!!!!!!