ULTIM'ORA

Calcio italiano ‘rubato’, chi caccia i presidenti?

disastro-italiane-105939

di Paolo Paoletti - Serve una riflessione vera: sincera, fuori dai denti. L’Italia non sa fare più calcio, perchè i presidenti rubano!
Rubano i sogni dei tifosi, pensando solo ai soldi da mettersi in tasca. Tutti.
Da 15 anni non capitava di essere fuori dai quarti di finale di Champions ed Europa League. Fuori dalle migliori 16 squadre europee. Disastro.

In Champions restano: Barcellona, Atletì, Real; , Wolsfburg; Psg; M.City; Benfica.
In Europa League: Siviglia, Athletico Bilbao, Villareal; Borussia Dortmund; Liverpool; Braga; Sparta Praga; Shakh.
Sei spagnole, 3 tedesche, 2 inglesi, 2 ghesi, 1 per Francia, Russia, Repulica Ceca.
Fuori l’Italia, vincitore di 4 Campionarti del Mondo: 1934, 1938, 1982, 2006!

L’ultimo rigurgito di orgoglio del calcio è il Triplete 2010 di Moratti e Mourinho, 4 anni dopo il cielo di Berlino!
Moratti spese oltre 1 miliardo per arrivarci, ma contava più rivivere l’epopea di Papà Angelo e della mitica Inter di sarti, Burnioch, Facchetti…

Adesso solo la è di levatura internazionale. Ha pagato dazio col per la legge che ben conosce: “Pesce grande mangia pesce piccolo”. Vale per tutti. Non c’è da dimenarsi per gli errori di Eriksson, tante volte la ne ha beneficiato, a dire il vero sopratutto in Italia, c’è invece da migliorarsi come spessore generale.
Il calcio del campo nasce dietro la scrivania con dirigenti di livello, programmazione slegata dai risultati ed i premi che ne conseguono, sopratutto la ghigliottina dei diritti tv che tiene in piede la baracca. Ma con un giusto mix di top players e giovani di talento.

Il Milan è in profondo rosso, con 90 milioni di debiti: conferma che i soldi da soli non bastano.

La è fuori ma è quella che si è battuta meglio. L’einazione della Roma è frutto di scelte sbagliate di Sabatini che doveva arrendersi prima al falento di Garcia e di una squadra ancora incompleta. Come lo è anche la .
Il Napoli invece ha scelto il , perchè De Laurentis non spende per un organico di livello; la Fiorentina già miracolta da Paulo Sousa è peggio del Napoli. La Lazio, è un caso a parte, ma sintesi del malacalcio che ha distrutto l’Italia: incassa e pensa ai fatti suoi, come De Laurentis!!!

La Lega domina, dominata da 2 blocchi: e Roma da una parte; Milan, Inter, Napoli, Fiorentina e Lazio dall’altra. Hanno eletto un improponibile Tavecchio per continuare a fare i fatti propri e per la prima volta nella storia aiamo avuto un Presidente della Federcalcio messo alla porta per 6 mesi. Chi può dire a Collina di proteggerci?

Se è l’emblema del nostro calcio, se i diritti televisivi rappresentano oltre il 50% del fatturato dei club, se De Laurentis per 5 anni si è pagato il più alto stipendio per incassare lauti dividendi ma non manda neanche la Primavera a Viareggio perchè non ha niente da mettere in vetrina, se il Parma fallisce senza che nessuno dica niente, se Calciopoli imperversa e la falsa fatturazione è un’abitudine dei bilanci, se gli li fanno solo e Udinese, se non esiste una politica sui settori giovanili…
Perchè dovremmo primeggiare in Europa?

Negli ultimi 10 anni hanno pensato solo all’interesse personale, incassare subito, infischiandosene di quello collettivo con un più equilibrato che dipende da una divisione più equa dei soldi della tv.
I presidenti hanno sperperato in calciatori spesso modesti, a volte coperture di storni per altri costi e spese. Ora ne paga le conseguenze tutto il calcio italiano. VC’è omissione di controllo, ma sopratutto diseducazione all’impresa calcio che non è come fare cinepanettoni, impresa di pulizie, scarpe, eccetera….
L’eccezione è la .

Il paradosso è che, in questa stagione di crisi nera, l’Italia del calcio dea chiedere aiuto proprio a , ovvero al commissario tecnico al quale è stata negata la possibilità di effettuare gli stage azzurri e che si è anche visto respingere la richiesta di anticipo della finale di per poter cominciare nei tempi corretti la preparazione per gli Europei francesi. Tutti coloro che gli hanno messo i bastoni tra le ruote, oggi si rimettono nelle sue mani.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply