ULTIM'ORA

A16 anni convocato nel Kossovo da dove scappò per restare vivo!

C_29_articolo_1121313_upiImgPrincipaleOriz

di Carmen Castilla - “Pensavo ad uno scherzo, una presa in giro”. Labinot Kabashi non voleva credere alla convocazione del Kosovo per le partite contro Croazia e Ucraina.
Kabashi ha 16 anni e una da fuggiasco dalla guerra e dalle pulizie etniche.
Il lo accolse nel proprio vivaio quando ne aveva 10, ora è pronto ad aiutare la sua per arrivare a 2018. Il sogno!
Kabashi è nato a Skënderaj, in Kosovo, il 28 feraio 2000. Quando aveva appena 2 anni la sua famiglia scappò dal paese e dalle pulizie etniche delle forze serbe verso la popone di origine albanese.
A causa del suo passa, il cammino nel giovanile spagnolo non è stato semplicissimo: la Spagna infatti è uno dei cinque stati membri dell’Unione Europea a non aver mai riconosciuto l’indipendenza del Kosovo e ciò ha spinto diversi a rifiutarsi di tesserarlo quando era bambino.

Nel 2010, tuttavia, viene notato da Albert Benaiges, storico direttore ivo delle giovanili blaugrana, che gli apre le porte della “Masia”. Qui Kabashi cresce a tal punto che qualcuno “osa” paragonarlo a sua maestà Andres Iniesta. Un accostamento importante, che non ha lasciato indifferente il ct kosovaro Bunjaki, sempre a caccia di giovani talenti per rimpolpare la rosa della sua giovane . “Sono felice e orgoglioso di poter giocare per il Kosovo”, ha dichiarato ai microfoni di TV.

Il Kosovo ha disputato appena 8 partite da quando la Fifa le ha dato il via libera per giocare, nel 2014, e il primo incontro ufficiale è stato il pareggio 1-1 contro la Finlandia, lo scorso 5 settembre. Allestire una rosa non è semplice, dato che molti calciatori kosovari hanno già giocato per altre nazionali (vedi Shaqiri o i fratelli Xhaka). Ora, però, la corsa per la qualificazione al 2018 riparte con un giovane talento in più.