ULTIM'ORA

Cadono in 5, anche Contador: colpa del publico, Giro maledetto!

C_29_articolo_1065818_upiImgPrincipaleOriz

André Greipel trionfa in volata nella sesta tappa del Giro d’, sui 183 chilometri da Montecatini Terme a Castiglione della Pesc. Per il tedesco della Lotto Soudal, grande favorito della vigilia, è la prima in questa edizione della Corsa Rosa. Beffati al fotonish gli ni Matteo Pelucchi e Sacha Modolo. Brutta caduta negli metri: coinvolto Alberto Contador, sempre in maglia rosa. Per lui sublussazione a una spalla. Si teme il ritiro.

Pronti-via e sono 5 i corridori a tene la classica fuga di giornata: Rutkiewicz, Grosu, Bandiera, Malaguti e Marangoni. Gli attaccanti arrivano a guadagnare oltre 4 minuti sul gruppo dei migliori ma la frazione è perfetta per un arrivo in volata e così ai meno 13 dal traguardo vengono raggiunti dal plotone. Allo sprint non c’è con Greipel che trionfa per distacco su Pelucchi della Iam Cycling e Modolo della Lampre-Merida.
Venerdì è in programma la 7.a tappa da Grosseto a uggi, la più lunga del Giro con 264 chilometri di sali-scendi.
CONTADOR, GIRO A RISCHIO

Davvero terribili le immagini della caduta, avvenuta a pochi metri dal traguardo: a farne maggiormente le spese è Daniele Colli della Nippo-Vini Fantini, che colpisce un so ssi troppo dalle transenne ed è costretto al ritiro. Coinvolto, tra gli altri, anche Alberto Contador che riesce comunque a rimettersi in sella e chiudere la tappa mantenendo la leadership con 2 secondi di vantaggio su Aru. Lo spagnolo ha battuto la spalla sinistra e si è presentato sul podio con il braccio immobilizzato, senza riuscire a indossare la maglia rosa. Per lui si parla di sublussazione, e giungono voci di problemi seri per il prosieguo del Giro.
IL MANAGER: “PUO’ NON RIPARTIRE”

“Dopo la caduta, Contador è stato sottoposto a impacchi di ghiaccio su ginocchia e spalla. Esiste la possibilità che domani non parta, si deciderà dopo gli esami”. Lo ha detto Stefano Feltrin, general manager Tinkoff, dopo la caduta dello spagnolo, avvenuta a circa 300 mt. dalla ne della tappa odierna del Giro.
Feltrin ha poi spiegato che “Alberto si è recato in albergo con il medico del team”, e che “adesso la situazione verrà presa accuratamente in esame”. “Decideremo il da farsi – ha aggiunto – quando capiremo cosa c’è e si può fare”. “Il suo morale è sempre stato alto”, ha concluso, sebbene sul podio di Castiglione della Pesc, lo spagnolo sia apparso particolarmente preoccupato per le proprie condizioni di salute, dopo la caduta nella quale è rimasto coinvolto.
Il dottor Daniels della Tinkoff deciderà dopo le radiograe.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply