ULTIM'ORA

Buona la prima, chi sarà l’antagonista di Pep? Sarri vince e convince…

sarri-guardiola

di Edoardo Menna - E’ ricominciata la er: United ok, City batte Arsenal, e schiacciasassi… chi è la ri di Pep?

Dopo la prima giornata fra le big perde solo l’Arsenal, 2-0 contro il City, all’Emirates.
Lo United rischia ma vince 2-1 con il Leicester.
Sarri ingrana subito, 3-0 al Brighton con Jorginho a segno.
Klopp si diverte con il 4-0 rifilato al West Ham.

La er è sempre più competitiva, chi contenderà il al manager dei manager?

La prima di Emery sulla panchina dei Gunners è stat un flop, anche se affrontare i campioni alla prima non era facile.
La squadra di Manchester ha dominato dall’inizio alla fine, grazie alle individualità tecniche, come nel primo gol di Sterling, ed al calcio di Guardiola che incanta l’;
confermando col secondo gol di Bernardo Silva la forza degli schemi.

City forte, ma Arsenal ancora privo di identità e personalità.
Emery ha davanti un lavoro difficile, duro, per conciliare la sua solidità tattica con un ambiente e uno spogliatoio condizionati dagli anni di Wenger.

Messaggio chiaro del City, che già vince il primo scontro diretto del campionato, ma
occhio a Mou, che vuole riprovare a vincere la er. Ritenta soprat per rifarsi
da un anno pieno di aspettative e promesse non mantenute, con un mercato folle e
senza aver portato trofei in bacheca, dopo l’ultimo insuccesso stagionale in finale di
FA Cup contro il di Antonio Conte.

Buona la prima dunque, vince 2-1 ma rischiando nel finale, contro un Leicester senza più il suo fantasista algerino Ryad Mahrez, venduto proprio al City, alla modica cifra di 70 mln.

Novità assoluta della prima giornata, e forse della nuova stagione in casa United, è senza duio la fascia di capitano a Paul Pogba, una probabile risposta dopo le accuse di un rapporto non serenissimo fra il francese e Mourinho nella scorsa stagione. Il neo vincitore del mondiale non delude la fiducia affidata e segna l’1-0, prendendosi la responsabilità
del tiro dal dischetto.
Vedremo un nuovo Pogba versione capitano, più leader e
maturo?

Area fresca di cambiamento è ovviamente anche quella in casa , dove Sarri
non delude e convince immediatamente. Non è la versione inglese del Napoli, non
ancora, o forse non lo sarà mai. Come ha detto il suo vice allenatore, Gianfranco
Zola, sicuramente squadra e si avranno bisogno di tempo e pazienza, ma alla fine
avrà un’identità e regalerà la stessa bellezza che Sarri ha portato con il suo Napoli,
sfiorando lo scudetto. Premessa pesante, ma fa bene a mettere le mani avanti in un ​
clima bollente come quello di Londra, nonostante la prima l’aia vinta in totale
scioltezza. Convince subito anche Jorginho, voluto a tutti costi dal tecnico toscano,
segnando all’esordio il gol del 2-0, con un rigore battuto con grande classe e
freddezza, dopo aver fornito l’assist proprio prima che Alonso fosse aattuto in
area. Si intravede dunque già un’impronta, seppur ancora opaca, di sarrismo
nell’ambiente londinese.

Chi invece ha fra le mani un gruppo già rodato e compatto è Jurgen Klopp, che inizia
la stagione con un roboante 4-0 all’Anfield, che scaccia con raia gli spettri dello
scorso finale di stagione, dopo la deludente sconfitta in finale di contro il
Real. Secondo i bookmakers il è infatti la principale sfidante del City, che
potree scippare il secondo consecutivo a Pep Guardiola. Questo anche
grazie a un mercato da quasi 200 milioni di sterline, con cui Klopp ha potuto
allungare la coperta e allo stesso tempo rinforzare l’organico, aggiungendo i vari
Shaqiri, Keita, Fabinho, ma soprat Alisson. Proprio quest’ultimo segna la voglia
di affermarsi competitivi, perfezionando la reds che l’anno scorso ha
mostrato evidenti lacune. Una di queste ad esempio era infatti il portiere, Loris
Karius, che dopo la sua tragica notte di Kiev, è stato tagliato fuori dal progetto di
Klopp, che ha dichiarato di voler interrompere il digiuno di successi. Tornerà il
a vincere quel trofeo che manca da quasi trent’anni nel Merseyside,
oppure sarà l’ennesimo anno del “This year is the next year?”