ULTIM'ORA

Buffon marziano: 3 miracoli, la rabbia del campione!

C_29_articolo_1123246_upiImgLancioOriz

di Paolo Paoletti - Errori? Due, tre, mille: quanti ne servono per soffocare la carriera di Gigi Buffon? Che rivendica il coraggio di essere principale critico di se stesso.
Ha vinto, ha fatto almeno 3 miracoli, è furioso, ferito e orgoglioso… con la capacità di resettare tutto, prima di parare tutto: critiche ed errori delle ultime settimane, ogni paratissima aspettando quella successiva.

A ne partita vinta con il di Cuadrado ma sopratutto grazie ai suoi 3 miracoli, è stato un piacere tornare a dirle a tutti.
“In fondo è divertente quando ti fanno il funerale e poi li smentisci” aveva annunciato prima di Lione.
“Al funerale ci vadano, tanto non troveranno nessuno”, ha polemizzato dopo Lione.

NITO MAI. Non è andata giù a Gigi la sequela di critiche per un mese d’appannamento. Gli errori li ha fatti e ci ha messo la faccia anche per spiegarli…
Ma a chi lo dava nito, la risposta è arrivata dal campo. Buffon rimane il più forte di tutti, nonostante la carta d’identità, che dimentica sguardando avanti a giungo 2018. in .
Procede a step, obiettivi: 2018, la vittoria della sono solo due di questi.
Gigi Buffon insisterà, nché integro nel cuore e nella mente, rigettando il nuovo Buffon che sta imparando da lui.

MIRACOLI. La , ultimo e unico trofeo che ancora gli manca, che insegue con convinzione e fame. E se la dovesse vincere il girone o solo qualicarsi agli , se il cammino europeo dovesse trasformarsi da sogno in tà, tutto andrà ricondotto anche ai miracoli di Lione.
Perché senza quel rigore parato a Lacazette, senza i miracoli su Fekir e Tolisso con la in dieci, senza quella porta chiusa, il bianconero saree stato di nuovo in salita anche quest’anno.

Martedì 18 ottobre 2016, è stata un’altra serata da fenomeno come tante altre in una carriera da leggenda.
Ricordiamo la data da ricordare se la missione dovesse andare in .
E sopratutto l’invito a zirrirsi per chi dice solo stronzate!