ULTIM'ORA

Buffon, addio a JTV: “lascio ragazzi straordinari!”

buffon.juve.real.madrid.espulso.2017.2018.750x450

di Antonella Lamole - Era nei toni, modi, rudezza verbale, nella voce rotta dalla commozione. Per un obiettivo sfuggito, un sogno rimasto tale, per il tempo ormai scaduto.
Il , il rigore e l’espulsione: Gigi Buffon lascia l’Europa con un ‘rosso’, cosa brutta dopo che l’ultima – poi non più ultima in – era nita con l’eliminazione dal . Per Gigi un altro record svanito.

Buffon smette. Un ultima dif da ingoiare. Che pesa su una grande carriera. Peso che lo ha indotto ad uscire dal suo clichè degli ultimi anni, abbandonandosi a dichiarazioni forti, troppo forti e quindi discutibili: di certo eccessive e oltre i limiti anche nei termini usati.

La dichiarazione a J, il canale Juventus, è l’annincio del ritiro: “Dispiace lasciare questi ragazzi straordinari ma spero di avergli trasmesso qualcosa”.

Le frasi a caldo… “Cosa ho detto all’? Avrei potuto dirgli qualsiasi cosa ma lui doveva avere la sensibilità per capire il disastro che stava facendo. Se non hai quella sensibilità devi se in tribuna a mangiare le patatine e mandi qualcun altro perché signica che non riesci ad arbitrare queste gare. Uno che si comporta così, al posto del cuore, lo ripeto, ha un bidone dell’immondizia, perché è troppo eclatante. Vuol dire che non sapeva dove fosse, che squadre si stessero affrontando, vuol dire non sapere niente”.

Così Gigi Buffon dopo l’amaro verdetto di Madrid, con la Juve eliminata, dopo avere rimontato lo 0-3 dell’andata, per un rigore stato al 93′.

“C’è un sentimento che prevale, questo è l’orgoglio. I ragazzi son stati meravigliosi e commoventi: da qui si riparte. A testa alta, anzi, altissima”, ha scritto Massimiliano in ‘notturno, poche ore dopo la scontta.