ULTIM'ORA

Blatter: non mi ricandido. E piovono soldi falsi!

fifa-prende-corpo-candidatura-platini-per-presidenza_bbd9760c-5b88-4a78-a8e0-d7b5c63ee1f7

di Bianca Latte – Clamsa protesta a contro Joseph Blatter. Appena entrato nella sala conferenze della , il presidente è stato ‘aggredito’ da un uomo che gli ha lanciato in viso una manciata di banconote false prima di essere portato via dalla sicurezza. Il presidente è poi uscito dalla sala. “Bisogna prima pulire. Per ora non sono in grado di parlare di calcio. Questo non è calcio”, ha detto.

La protesta nel giorno in cui l’esecutivo ha fissato per il prossimo 26 febbraio le elezioni per il nuovo presidente. “Non sarò candidato alle elezioni presidenziali nel 2016. La avrà un nuovo presidente”, ha detto Blatter, numero dimissionario della federazione mondiale del calcio, dopo che la ha fissato la data per il congresso in cui verrà scelto il nuovo leader. “Ho rimesso il mio mandato presidenziale solo quattro giorni dopo essere stato rieletto per alleggerire la pressione che pesava sulla . Nei giorni che hanno seguito la mia elezione, mi sono reso conto che la pressione sulla stava diventando insostenibile – ha aggiunto Blatter -. Non solo da parte delle autorità giudiziarie, ma anche per pressioni e dei media. Per utilizzare una metafora calcistica, ho capito che bisognava bute la palla in fallo laterale per alleggerire la pressione”. “Ho quindi rimesso il mio mandato pensando esclusivamente al bene della e non ai miei essi personali”, ha assicurato il presidente.

Prende corpo l’ipotesi che l’ fuoriclasse della Michel , attuale n.1 dell’Uefa, possa candidarsi alla presidenza della . A margine della riunione molti rappresentanti delle varie federazioni avrebbero chiesto a ‘Roi Michel’ di farsi avanti per la suc di Blatter. “Per le elezioni ora abbiamo una data precisa, che ci consente di guardare avanti per una nuova leadership che sicuramente porterà con sé nuove idee e nuove soluzioni. E’ un momento emozionante per la , perché siamo in grado di lavorare insieme, per migliorare e ristrutturare il sistema, per il bene del gioco”. Così il presidente della Uefa, Michel , dopo l’vento di Blatter all’esecutivo . “Ora – aggiunge – abbiamo bisogno di riformare subito la ”. si è detto soddisfatto della strada di riforme intrapresa. “Insieme con gli altri membri del Comitato esecutivo – ha spiegato il n.1 Uefa -, ritengo che la creazione di una task force che possa cone su persone ne ed esterne per affrone specificamente le riforme sia un passo importante verso il miglioramento dei processi globali e la trasparenza all’no dell’organizzazione. Ora dobbiamo fare in modo che le riforme indicate oggi – ha concluso – siano affrontate in maniera rapida ed efficace. Come ho detto più volte nel recente passato, abbiamo bisogno di riformare la dobbiamo farlo ora”