ULTIM'ORA

Bivio Juve: Gasp, Toro, Roma…Allegri riparte?

Massimiliano Allegri

di Antonella Lamole - Tutto in 180′: , Torino, …la stagione di si compie qui, entro Natale. Marassi può essere stato solo un episodio oppure il segno di un crollo irreversibile, domenica bestiale sotto i colpi del Cholito.

e Milan sono a -4, ma ciò che veramente preoccupa sono gi infortuni: brutti anche per Dani Alves (frattura del perone) e Bonucci (stiramento al bicipite, fuori per 45 giorni se tutto va bene.
La perde la terza partita in 14 gare, 3 punti molto importanti e la difesa di ferro: 12 gol subiti, solo 2 di meno di Lazio, , Napoli!!!

Tutti a processo, per primo: “Non ci sono giustificazioni. Lato positivo: torniamo con i piedi per terra in vista di un ciclo che ci dirà chi siamo!”
Tutti colpevoli. Errori su errori sui gol del Genoa dove Kedira allarga le braccia sconsolato ripreso dalla telecamere.
però ha sbagliato tutto: Dani Alves centrale difensivo, Cuadrado seconda punta al fianco di Mandzukic. E proprio i due d’attacco si sono mandati a quel paese alla fine del primo tempo per un passaggio sbagliato.

La brucia. La società ha ordinato bocche cucite da domenica pomeriggio. Non si subivano 3 gol nella stessa partita da 3 anni… 4-2, ottobre 2013. Il dato di fatto, accerta che la Champions League è peso eccessivo in campionato: terza gara (su 5) che i bianconeri perdono dopo l’Europa. E dopo Siviglia almeno il morale era alto.

Le altre due sconfitte arrivate a 2-1 dall’ (sempre dopo -Siviglia 0-0) e ancora a 1-0 dal Milan, dopo la vittoria di Lione.

INFORTUNI. Non possono essere alibi per questa rosa ma l’elenco è da brividi: Pjaca, Dybala, Barzagli, Chiellini è toccato a Bonucci e Dani Alves.
Prima ancora in infermeria si erano fermati Rugani, Asamoah e altri…

MOMENTO DECISIVO. Il prossimo avversario è l’: va a mille, gioca ottimo calcio. Poi il col Torino in grande forma, e la adesso dietro solo 4 punti e pronta ad approfittarne.

“Piedi per terra”, insiste . La se non lo fa: per non buttare al vento il vantaggio e perdere ulteriori certezze.

I NUMERI DEL CROLLO .
•La ntus non perdeva con almeno 2 gol di scarto in A dal marzo 2014 contro il Napoli.
•La ntus ha perso tutti e tre i match in cui è andata in svantaggio in trasferta in questo campionato: le altre 2 a Milano.
•Era dall’aprile 2009 che il Genoa non segnava 3 gol alla ntus e dal maggio 1991 che non la batteva con almeno 2 di margine.
•Record di tiri nello specchio subiti per lo in un match di questo campionato (6).
•Prima doppietta di Simeone in Serie A: non segnava dal 2 ottobre contro il Bologna. • Giovanni Simeone ha segnato in A alla ntus 6084 giorni dopo suo padre Diego (ntus-Lazio 0-1, 1 aprile 2000).
•La ntus non subiva gol nei primi 4 minuti di gioco in Serie A dal gol di Ilicic (ntus-Fiorentina) del dicembre 2015.
•La ntus non subiva 3 gol nel primo tempo in Serie A da Milan-ntus, ottobre 2005: ultima volta in campionato che la ha chiuso 0-3 un 1° tempo.
•Prima di Simeone, era stato Marco Rossi a izzare una doppietta alla ntus in Serie A (feraio 2010).
•La ntus ha subito 5 tiri nello specchio nel primo tempo: non ne subiva così tanti da Milan-ntus del marzo 2014 (7 in quel caso).
•La ntus non subiva almeno 3 gol nello stesso match di A da 4-2 dell’ottobre 2013.
•Dal suo arrivo in Serie A (2011) Miralem Pjanic ha segnato 13 gol su punizione: un record in questo periodo di tempo.