ULTIM'ORA

Bernadeschi è cresciuto, e l’Inter lo tenta…!

bernardeschi.firenze.750x450

di Valentina Viola - Federico Bernardeschi per poco non batteva il Napoli da solo: da stropicciarsi gli occhi, una gara da leader.
Quantità e qualità sotto gli occhi di Antognoni, il numero 10 ha trasto la orentina, l’ha tirata fuori dall’ennesima scontta, centrando per 2 volte il pareggio e inventando per Zarate la palla del 3-2, assist magico.
Spettacolo e standing ovation, Berna è tornato a incane, dimostrando continuità mancatagli in passato.

DUBBI E FUTURO. Nove gol, 2 assist in 18 di , 1 gol nei 6 match di Europa League. Sousa ha fatto mea culpa, l’ha tolto dalla fascia spostandolo più vicino alla porta e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Bernardeschi in tre mesi è diventato grande, le responsabilità non lo spaventano più. Sul campo ha imparato a prendere le decisioni giuste, per se stesso e per la orentina. Scelte che dovrà fare anche a ne stagione, riguardo al suo futuro. Che è tutt’altro che deciso. Nonostante le dichiarazioni pubbliche del fronte viola. “Bernardeschi è una della bandiere del presente e del futuro. Più che blindato, lui è dentro una cassaforte” ha detto ieri il direttore sportivo Freitas, gli ha fatto eco Andrea : “Non è mai stato in vendita, il mister lo ha voluto tenere perché spetta a lui. Adesso abbiamo blindato Kalinic, poi penseremo anche a lui, che ha già un contratto lungo”.

. E il diretto essato? Non ha mai detto: “Resto e rinnovo”. Anzi, ha parlato sempre e solo di presente.”Non sento il bisogno di dire niente a riguardo. Penso al presente, non al futuro né al passato, sono qui e per ora rimango della orentina” aveva detto prima della partenza per Baku, concetto ribadito ieri sera: “Intanto godiamoci queste feste e pensiamo al presente. In futuro se ne riparlerà…”. Il suo contratto, con ingaggio annuale da 1 milione di euro netto, scade nel 2019, il rinnovo è un’opzione ma non una priorità. Anche perchè non mancano i essati. All’estero, e Chelsea su tutte, e in , con la sda tra , Milan e , il che sembra voler fare più sul serio. Suning vuole un attaccante esterno giovane, no e di qualità, ha dato mandato ai suoi uomini di provare a prendere o Berardi o Bernardeschi. Ed è convinto di avere gli argomenti economici giusti per convincere il giocatore e la società di appartenenza.