ULTIM'ORA

Berg minaccia: “vogliamo essere come la Svezia a Usa 94!”

C_29_articolo_1179486_upiImgPrincipaleOriz

Marcus Berg non vede l’ora di giocare lo spareggio contro l’Italia per andare ai in . L’attaccante più importante della Svezia sembra aver raccolto l’eredità di Zlatan himovic anche come motivatore e a 15 giorni dall’andata di Solna ha avvertito: “L’Italia è favorita, ma aiamo buone sensazioni all’no della nostra squadra. Crediamo di potercela fare. Se ci riuscissimo, saree un sogno che diventa tà”.

Il centravanti passato da poco all’Al Ain ha provato a dare uno sguardo al passato e ha fatto un paragone con l’ultima impresa mondiale svedese: “Io e molti dei miei compagni ancora pensiamo e parliamo di Usa ’94, quando la Svezia chiuse al . Speriamo di regalare nuovi momenti di questo tipo al popolo svedese, momenti di cui parlare per anni”.

Tra i momenti più significativi del percorso di qualificazione, per Berg c’è il poker rifilato al Lussemburgo nella per 8-0: “È stata la prima volta che sono riuscito a farlo in – ha raccontato a .com – Giocare una partita di quel tipo, nel mio Paese, con lo pieno e tutta la mia famiglia a guardarmi dal vivo è un bel ricordo da conservare”.

Il 31enne, infine, ha ammesso di vivere il migliore della sua carriera con i Blågult, per questo Gian Piero Ventura dovrà fare particolare attenzione: “Gli ultimi due anni sono stati i migliori per me in . Non ho sentito una maggiore pressione dovuta al ritiro di himovic, ma sono uno dei giocatori più esperti ed è vero che il mio ruolo in squadra è diventato più importante da quando Zlatan e altri hanno lasciato la dopo Euro 2016″.