ULTIM'ORA

Vince Rafa: DeLa e il mercato hanno frenato il Napoli!

Rafael-Benitez-9

di Paolo Paoletti - Con 3 vittorie consecutive dal 7 gennaio il Napoli ha rosicchiato 5 punti alla Roma. Nella prima domenica di febbraio, ne ha guadagnati 3 su Lazio e , ora a -5: il terzo posto può perderlo solo il Napoli. Ed è credibile ora pune al secondo lontano 4 punti.
Perchè è accaduto tutto questo, dopo 4 mesi di errori, dubbi, incertezze, futuro a rischio e addio di Benitez?
Semplicistico accusare i problemi difensivi: Rafael ha sempre fatto errori, anzi ci si meraviglia quando non li fa; Albiol è lo stesso quando si vince come quando si perde.
Il dato dice che la ripresa è cominciata con la fine della prima fase dell’.
A ridosso dell’ultima partita giocata l’11 dicembre Napoli-Bratislava 3-0, ci sono stati gli 2 risultati negativi: il vergognoso 2-2 con l’Empoli al San Paolo (7 dicembre) e la netta sconfitta a San Siro col Milan 2-0 (14 dicembre).
Da allora, a cominciare dalla Supercoppa che ha ridato fiducia, il Napoli è ripartito: 5 vittorie (, Cesena, Lazio, Genoa, ) di cui 3 in trasferta e 1 sconfitta con la Juve in casa; 12 gol fatti, 6 subiti.
Scontato concludere che il Napoli non sia attrezzato per la doppia competizione, visto che la Coppa Italia è decisa a tavolino da Rai e , almeno fino ai di finale, dove il Napoli ha rischiato di uscire ai rigori con l’Udinese, salvato dall’arbitraggio come le altre qualificate.
Con Gabbiadini e Strinic, è migliorata la quantità della rosa, anche la qualità sopratutto con Strinic. Non la sostanza del problema del Napoli che esplode a centrocampo.
Benitez ha dimostrato che sul solo campionato sa far funzionare la competitività interna dell’attacco.
Ha subito infilato Strinic il croato che sa prima difendere e poi attaccare.
Ha chiamato alla responsabilità Higuain che si è messo a giocare seriamente, puntando alla classifica cannonieri per vincere il dualismo con in Nazionale.
A Verona contro il , ha presentato una squadra con 5 nuovi rispetto al Napoli eliminato a Bilbao: Strinic, David Lopez, Gargano, De Guzman, Gabbiadini.
Gli manca ciò che ha sempre chiesto e De Laurentis sempre negato: i centrocampisti che sappiano difendere e costruire ‘a 2′ davanti la difesa.
Tra Coppa Italia e Europa ue, dal 4 febbraio si ricomincia a giocare 3 volte in 7 giorni: il Napoli si è attrezzato per mantenere questa continuità?
Non a centrocampo, reparto fondamentale: dove in partite da dentro o fuori non potranno giocare sempre David Lopez e Gargano che danno garanzie di copertura e basta.
A questo proposito, il torna centrale nel presente-futuro del Napoli: lo è stato negativamente ad determinando l’eliminazione dalla Champions, quello di gennaio potrebbne mettere a rischio la rincorsa alla Roma e la difesa del terzo posto.
De Laurentis ne prenda la responsabilità, visto che Benitez ha dimostrato a cosa serve una rosa lunga di qualità e coerente con le idee di gioco del tecnico.
Se Mancini viene ‘salvato’ per gli stessi motivi a Milano, perchè Rafa dovrebbe essere l’unico colpevole a Napoli?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply