Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : xmlParseEntityRef: no name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Gestione virtuosa un corno se anche Standars & Pours ha notato che il Napoli è in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220
ULTIM'ORA

Benitez ha detto no: chiede 2 top player per 3 anni.

1032835-16634231-640-360

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : xmlParseEntityRef: no name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Gestione virtuosa un corno se anche Standars & Pours ha notato che il Napoli è in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

di Paolo Paoletti - Che c’entrano Real Madrid, Barcellona, Manchester City o col Napoli? R non è stupido e sa che non è questo il termine di paragone, ma…
Tre anni, anche meno, basterebbero per vincere lo Scudetto se avesse mantenuto le promesse che infinocchiarono il tecnico a luglio 2013. Anche il Liverpool non si misurava con le big europee eppure vinse una Champions. E perfino il Valencia, neanche immaginava di competere in Europa ma riuscì a vincere la Liga.
“Se si comprano 2 top player l’anno per 3 o 4 anni si fa una grandissima squadra. Se mantiene le sue promesse sullo stadio e le strutture… se offrirà una rosa sempre più competitiva, R non si spaventerà”.

Finalmente Benitez esce allo scoperto, con il suo manager Manolo Garcia Quilon. Che ribadisce un pensiero antico: il contratto in scadenza del tecnico non sarà rinnovato!

Benitez accettò Napoli per ripetere il modello-Liverpool, aveva ampi poteri, decideva tutto. Già nella conferemnza stampa di presentazione non potè confermare lo stesso incarico, era in evidente difficoltà.
Dopo il terzo posto – con record di punti e reti segnate – e la Coppa Italia, frutto di circostanze positive che sempre emergono nei cambi di struttura, Benitez ha detto no 2 volte a : il Napoli non è il Liverpool, spende solo parte di quanto incassa.

PROMESSE, PROMESSE. Nel 2013 a Benitez era stato assicurato un organico già competitivo con Mazzarri più 3-4 elementi di alto livello tra i titolare. Oltre una panchina valida. R rispettò i parametri del club individuando Gonalons-Kramer a centrocampo. aveva già perso il francese l’anno prima per 2 milioni. Primo bluff. Aulas dal disse: “sono in vacanza, non parlo di mercato”. Poi la verità: pochi e la compagna in dolce attesa….
Stesso discorso per Kramer. Il manager passò 3 giorni a Castelvolturno e anche per questo i genitori del ragazzo ‘consigliarono’…”non si nuove da qui, Napoli non è la squadra giusta”. Una figuraccia che la società non tentò neanche di nascondere…
Occasioni tante, troppe le sprecate: Javi Garcia, Sandro, Lucas Leiva, Fellaini.
Benitez vuole competere ad alti livelli, no!
L’attendismo diventa follia alla vigilia col Bilbao in Champions League: Napoli ed i tifosi ne pagano le conseguenze fuori dalla Champions.

FUTURO NERO. Il Napoli si è ridimensionato, ma il peggio deve ancora venire. Raggiunti i 42-43 punti, quota salvezza: Higuain, Callejuon, Mertens, Albiol cercheranno sistemazione altrove. Calle è in parola con Simeone, Gonzalo mantiene i contatti con la Premier, Mertens è bocconcino prelibato per il Bo Dortmund.
E’ evidente che il Progetto Napoli sia stato un grande bluff. Benitez non ne può più, e la malattia della moglie ha fatto il resto.
Al momento c’è un solo futuro: tornare a Liverpool, magari al Liverpool.
ha bluffato con la persona sbagliata: niente centro sportivo, niente stadio, niente settore giovanile, niente top player che guaganano da 4 netti in su.
Benitez ha già affrontato il discorso a muso duro, rifiutando il rinnovo per 3 anni! Ora addirittura 5!
La risposta di Quillon è stata: “tre anni a quattro, quattro e mezzo, quattro e mezzo più bonus. Ogni anno 2 top player di prima fascia…
Bigon è scappato, è sotto di itterizia. R non scherza più, il manager ha trovato un modo per farsi dire no. Ci ha messo la faccia in molte trattative convincendo Higuain ad accete Napoli. Con Albiol, Callejon e Rejna fu più facile…sono gestiti dal suo stesso agente.

Non è solo una questione di . Pochi giorni prima di firmare col Napoli era stato contattato anche dal . Benitez vuole vincere, rese sulla dell’onda. Ora sa che a Napoli è impossibile. Più che a Extremadura, Valencia, Liverpool, Inter e .
R ha sempre lasciato un segno per il metodo di lavoro e l’organizzazione data. Qui no.

E ADESSO? L’addio di Benitez apre il vero processo a : in 8 anni di serie A ha distrutto Reja, Donadoni, Mazzarri e Benitez.
E non solo. Via Benitez si aprirà il fuggi-fuggi della rosa e in società: Mantovani-Micheli-Zunino gli scout sono in scadenza.
Anche il ds Riccardo Bigon ha 1 solo anno di contratto.
rischia l’azzeramento in parte cominciato con l’addio di Mazzarri. Soprartutto si è giocato la credibilità popolare legata all’acquisto della società dal fallimento.

Le favole sono finite, come i miracoli che in questi 10 anni ha saputo fare il pubblico che tutto ha perdonato e tanto di più ha fatto finta di non vedere. Solo 8.500 abbonati e il crollo di presenze al appena 25.000 di media sono la sentenza più dura: ha imbrogliato.
Lui non c’è, non c’è mai stato: quindi i colpi sono solo quelli degli altri.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply