Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : xmlParseEntityRef: no name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Gestione virtuosa un corno se anche Standars & Pours ha notato che il Napoli è in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220
ULTIM'ORA

Benitez ha detto no: chiede 2 top player per 3 anni.

1032835-16634231-640-360

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : xmlParseEntityRef: no name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Gestione virtuosa un corno se anche Standars & Pours ha notato che il Napoli è in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

di Paolo Paoletti - Che c’entrano Real Madrid, Barcellona, Manchester City o PSG col Napoli? Rafa non è stupido e sa che non è questo il termine di paragone, ma…
Tre anni, anche meno, basterebbero per vincere lo Scudetto se De Laurentis avesse mantenuto le promesse che infinocchiarono il tecnico a luglio 2013. Anche il Liverpool non si misurava con le big europee eppure vinse una Champions. E perfino il Valencia, neanche immaginava di competere in ma riuscì a vincere la Liga.
“Se si comprano 2 top player l’anno per 3 o 4 anni si fa una grandissima squadra. Se De Laurentis mantiene le sue promesse sullo stadio e le strutture… se offrirà una rosa sempre più competitiva, Rafa non si spaventerà”.

Finalmente esce allo scoperto, con il suo manager Manolo Garcia Quilon. Che ribadisce un pensiero antico: il contratto in scadenza del tecnico non sarà rinnovato!

accettò Napoli per ripetere il modello-Liverpool, aveva ampi poteri, decideva tutto. Già nella conferemnza stampa di presentazione non potè confermare lo stesso incarico, era in evidente difficoltà.
Dopo il terzo posto – con record di punti e reti segnate – e la , frutto di circostanze positive che sempre emergono nei cambi di struttura, ha detto no 2 volte a De Laurentis: il Napoli non è il Liverpool, spende solo parte di quanto incassa.

PROMESSE, PROMESSE. Nel 2013 a era stato assicurato un organico già competitivo con Mazzarri più 3-4 elementi di alto livello tra i titolare. Oltre una panchina valida. Rafa rispettò i parametri del club individuando Gonalons-Kramer a centrocampo. De Laurentis aveva già perso il francese l’anno prima per 2 milioni. Primo bluff. Aulas dal disse: “sono in vacanza, non parlo di mercato”. Poi la verità: pochi e la compagna in dolce attesa….
Stesso discorso per Kramer. Il manager passò 3 giorni a Castelvolturno e anche per questo i genitori del ragazzo ‘consigliarono’…”non si nuove da qui, Napoli non è la squadra giusta”. Una figuraccia che la società non tentò neanche di nascondere…
Occasioni tante, troppe le sprecate: Javi Garcia, Sandro, Lucas Leiva, Fellaini.
vuole competere ad alti livelli, De Laurentis no!
L’attendismo diventa follia alla vigilia col Bilbao in Champions League: Napoli ed i si ne pagano le conseguenze fuori dalla Champions.

FUTURO NERO. Il Napoli si è ridimensionato, ma il peggio deve ancora venire. Raggiunti i 42-43 punti, quota salvezza: Higuain, Callejuon, Mertens, Albiol cercheranno sistemazione altrove. Calle è in parola con Simeone, Gonzalo mantiene i contatti con la Premier, Mertens è bocconcino prelibato per il Borussia Dortmund.
E’ evidente che il Progetto Napoli sia stato un grande bluff. non ne può più, e la malattia della moglie ha fatto il resto.
Al momento c’è un solo futuro: tornare a Liverpool, magari al Liverpool.
De Laurentis ha bluffato con la persona sbagliata: niente centro ivo, niente stadio, niente settore giovanile, niente top player che guaganano da 4 netti in su.
ha già affrontato il discorso a muso duro, rifiutando il rinnovo per 3 anni! Ora addirittura 5!
La risposta di Quillon è stata: “tre anni a quattro, quattro e mezzo, quattro e mezzo più bonus. Ogni anno 2 top player di prima fascia…
Bigon è scappato, De Laurentis è sotto attacco di itterizia. Rafa non scherza più, il manager ha trovato un modo per farsi dire no. Ci ha messo la faccia in molte trattative convincendo Higuain ad accete Napoli. Con Albiol, Callejon e Rejna fu più facile…sono gestiti dal suo stesso agente.

Non è solo una questione di . Pochi giorni prima di firmare col Napoli era stato contattato anche dal Psg. vuole vincere, rese sulla cresta dell’onda. Ora sa che a Napoli è impossibile. Più che a Extremadura, Valencia, Liverpool, Inter e Chelsea.
Rafa ha sempre lasciato un segno per il metodo di lavoro e l’organizzazione data. Qui no.

E ADESSO? L’addio di apre il vero processo a De Laurentis: in 8 anni di ha distrutto Reja, Donadoni, Mazzarri e .
E non solo. Via si aprirà il fuggi-fuggi della rosa e in società: Mantovani-Micheli-Zunino gli scout sono in scadenza.
Anche il ds Riccardo Bigon ha 1 solo anno di contratto.
De Laurentis rischia l’azzeramento in parte cominciato con l’addio di Mazzarri. Soprartutto si è giocato la credibilità popolare ta all’acquisto della società dal fallimento.

Le favole sono finite, come i miracoli che in questi 10 anni ha saputo fare il pubblico che tutto ha perdonato e tanto di più ha fatto finta di non vedere. Solo 8.500 abbonati e il crollo di presenze al appena 25.000 di media sono la sentenza più dura: De Laurentis ha imbrogliato.
Lui non c’è, non c’è mai stato: quindi i colpi sono solo quelli degli altri.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply