ULTIM'ORA

Benitez avverte: solo campioni, Garcia!

image34

di Nino Campa - La festa del è già finita: R vuole Javi .
invece si è accordato con Edenilson, 25enne esterno del Corinthians; si è speso per Vergini dell’Estudiantes; perde tempo con N’Kulou che vuole stare al Marsiglia e ha detto no perfino al Bayern Monaco.

Lo spagnolo inchioda sul di gennaio: “E’ normale che mi aspetti qualche regalo, ma meglio un giocatore ottimo che due o tre di livello normale. Chi arriverà dovrà dare qualcosa che non abbiamo già e non è facile”.

L’identikit è quello di Javi , centrocampista spagnolo ai margini nel Manchester City. Pronto addirittura al trasferimento a titolo definitivo per circa 12 milioni di euro. I Citizens, nel 2012 lo acquistarono per 20 milioni, a queste condizioni accuserebbero una netta minusvalenza.

L’ultima del 2013 per il di R è a Cagliari… “Gara difficilissima. NOi dello staff tecnico siamo pronti ma sappiamo delle difficoltà nell’ultima partita dell’anno, peraltro fuori casa. Essere così in alto dopo cinque mesi è ioportante – ricorda il tecnico – Speriamo di vincere a Cagliari e che il 2014 sia ancora migliore”.

Per realizzarlo servono 3 top player, cioè 40 milioni di euro.
Ma predica bene e razzola male: dice che resterà per 8 anni, che servono 25 giocatori tutti da , non dice qual è il livello del , sta dietro ad improbabili sudamericani.
L’ultima viene dal Fluminense per Fred, che questa estate come Damiao rifiutò il .
Ora alla giusta cifra l’affare è possibile.

Marcelo Texeira, direttore ivo del Flu-flu ammette: “Tutti chiedono di Fred, è il nostro giocatore migliore, il numero 9 del . Ha un contratto con noi fino a dicembre 2015, guadagna bene, non c’è motivo di venderlo. Il ? Tanti club dall’Europa hanno fatto sondaggi, se dovessero arrivare una proposta molto molto convincente sarà valutata”.
Molto molto convincente significa 30 milioni di euro, cifra che al cine-presidente fa ridere!

Zuniga andrà via, ASrmero è pronto a seguirlo, il resto della rosa è da ricostruire. E ora lo dice…
“E’ cambiata la considerazione che avevo di questa rosa dopo averli conosciuti tutti. Ora mi aspetto qualcosa dalla società, ma sono sereno. Abbiamo bisogno di giocatori che giochino meglio di quelli che abbiamo. Preferisco prendere un solo giocatore di livello altissimo, piuttosto che tre-quattro di un livello che abbiamo già in rosa”.

Non facile, impossibile se non si mette mano alla tasca.
Aurè, hai capito?