ULTIM'ORA

Benevento in A nella notte delle streghe!

Benevento vs Carpi - Finale Play Off Serie B

di Nino Campa – Il Benevento è in . attesa 88 anni, grazie alla vittoria 1-0 nel ritorno della finale playoff di B.
Al Vigorito il Carpi s’arrende alla rete di Puscas nel primo tempo.
La squadra di Baroni aveva a disposizione due risultati su tre visto il pareggio 0-0 nell’andata al Cabassi e la miglior posizione in classifica nella regular season.
Ma Benevento tutta voleva chiudere con una vittoria che i 15.000 del Vigorito hanno plaudito in una notte di gioia infinita.

Dopo la storica in del Benevento, Marco Baroni si gode il traguardo raggiunto. “E’ una gioia infinita. E’ incredibile , ma ce lo siamo meritato, giocando benissimo in questi play-off”, ha spiegato il tecnico giallsso. “Questa è la squadra che al di là dei meriti degli altri ha fatto più supremazia – ha aggiunto -. E’ una squadra seconda per palleggio, straordinaria per tutta l’annata”.

Baroni, travolto dall’emozione, ha rimandato la decisione sul suo futuro: “Questo momento è della festa e di gioire insieme a tutti, poi verrà il momento di fare le analisi per il futuro. Con il presidente c’è un rap che va oltre la professione. Faremo le valutazioni e deciderò, sia io che la società, per non sbagliare. Sono abituato a fare così”.

“La era una promessa, lo avevo detto che ci avremmo provato sempre. Siamo stati bravi a scegliere l’allenatore, siamo stati bravi a non esalci quando giocavamo il miglior della B e anche a non deprimerci. Andiamo in A per resci, non certo per tornare indietro. Non aiamo gente come Higuain o Dybala, ma giocatori con un cuore grande”. Così il presidente del Benevento, Oreste Vigorito, commenta la prima della storia per il giallsso sannita. “I hanno un’abitudine che, quando vanno in Paradiso, poi tornano a Napoli. Noi non siamo e non possiamo tornare indietro, nel Sannio. Per questo vogliamo andare in A per resci”, ha concluso.

A Baroni fa subito eco Fabio Ceravolo, il r giallsso grande protagonista della stagione del Benevento. “Il simbolo qua è tutta la squadra. Dal 10 luglio corriamo, ci sacrifichiamo – ha dichiarato alla fine della partita col Carpi -. Siamo nella storia, siamo nella leggenda”.