ULTIM'ORA

W BB, Germania docet: 5 leggi per il calcio italiano.

barbara-berlusconi-la-germania-ha-fatto-cio-che-la-nostra-federa-674604

di Paolo Paoletti – Barbara ha perfettamente ragione. Il veleno sul Sistema Italia non è mai troppo: , , arbitri, presidenti etc etc boigottano ogni rinnovamento e come dice Barbara Berlusconi, con la quale concordo, sopratutto le idee nuove e i nuovi dirigenti.
Il in Italia e come il Paese descritto nel Gattopardo romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, pubblicato postumo nel 1958 e rilanciato nel drammatico lm di Luchino Visconti del 1963.
L’Italia come il e tanto altro nel nostro Paese è fermo agli anni Sessanta, sulle spalle del popolo italiano e nella fattispecie dei si…”tutto cambi perchè nulla cambi!”

Dopo la vittoria della Germania Campione del Mondo in Brasile, l’amministratore deto del Milan ha elogiato la Federazione tedesca: “La vittoria tedesca al è frutto del coraggio di cambiare uomini e ree. La Germania ha una federazione innovatrice, in grado di fare tutto ciò che in Italia non si è fatto e mi pare non si abbia intenzione di fare. La Germania ha meritato, è la squadra più forte. E’ un successo, però, che viene da lontano, perché non si vince per caso”.

BB racconta la verità, ma omette di dire che il Ventennio berlusconinano di Silvio ha distrutto quel che c’era di buono col show , portando in fuori giri il Sistema orientato al modello irresponsabile e insostenibile di berlusconismo calcistico.

Ora, con urgenza, il italiano va riformato su 5 leggi federali immediate:
1. investimenti per un quinto del fatturato imposti ai club di A sui settori li;
2. un terzo delle rose, 8 giocatori, under 21;
3. 3 under 23 da vivaio negli 11 in campo;
4. stadi di proprietà e forze dell’ordine a carico esclusivo dei club che favoriscano confort e sicurezza primi elementi per gli incassi da botteghino;
5. fatturato con limite del 25% da diritti televisivi, impulso alle sponsorizzazioni.

Solo così i presidenti impareranno a essere sinergici con un Sistema Italia veramente nell’interesse del movimento di base e dei risultati nazionali oppure meglio che scompaiano.
Nel frattempo chi rosica per il 4° titolo dei tedeschi che ci afancano in questa classica, avendo primo il primo titolo 18 anni dopo di noi?
E chi capisce come e perchè il Manchester United che non si è nemmeno qualicato per la prossima Champions attira Van Gaal e 940 milioni in 10 anni dall’Adidas?

Attendendo e ancora freschi di serie A: Agnelli, Galliani, De Laurentis, Della Valle, Lotito… che tanto sbraitano e niente fanno per il rinnovamento, rispondano alle responsabilità!