ULTIM'ORA

Bayern, 6-1: tutto in 45′. Neymar oui-oui!

Bayern Munich vs FC Porto

di Marco Innocenti e Azul Grano - Il Bayer Monaco asfalta il Porto 6-1 e vola in seminale insieme al Barcellona che batte 2-0 il Psg anche al Camp Nou. Tra gol e spettacolo, è un martedì di Champions League che manda in orbita le grandi d’Europa spendendole dritte dritte in seminale in attesa dei Monaco-Juventus e Real-Atletico Madrid.
Se la qualicazione del Barça era già stata ipotecata a Parigi dal trio meraviglia, fa impressione l’ennesima dimostrazione di forza del Bayern di che in venti minuti ribalta il 3-1 di Oporto nendo in goleada.

MONACO. Il primo tempo all’Allianz Arena fa tornare alla mente quello vissuto ad ottobre dai si giallorossi all’: i bavaresi chiudono il conto sui dragoni del Porto già nella prima frazione calando un 5-0 da sogno che vale la standing ovation del blico tedesco. Apre le marcature il gol di testa di Thiago Alcána al minuto 14 e dopo soli 7′ il raddoppio arriva sugli sviluppi di un corner grazie ad un altro colpo di testa vincente, stavolta di Boateng. La doppietta di Lewandowski e il gol di Muller rispettivamente ai minuti 27, 36 e 40 chiudono il primo tempo con un passivo pesantissimo nei confronti dei portoghesi. Il Porto, stritolato dalla superiorità degli avversari, non è mai riuscito ad arginare la manovra avvolgente e letale degli uomini di Guardiola, non vincendo mai un contrasto e non producendo nessuna occasione pericolosa. Nella ripresa la partita non dice praticamente più nulla con il Porto incapace di pungere un Bayern che ha già sbranato la sua preda. Solo nel nale Jackson Martinez salva la faccia ai portoghesi rmando un bel gol di testa per il 5-1. Ultimo sussulto ancora del Bayern che rma il 6-1 con Xabi .

BARCELLONA. Al Nou Camp la musica in campo è tutta per la formazione di Luis Enrique che domina andando in vantaggio grazie ad una azione capolavoro di Iniesta che dopo uno slalom tra i difensori ‘birilli’ del Psg smarca in area Neymar che va in gol senza problemi con David Luiz a guardare. Il brasiliano si ripete poco dopo rmando di testa una doppietta che vale il 2-0 e la qualicazione in cassaforte dopo la prima mezz’ora. Nella ripresa e himovic ci provano a svegliare i parigini, ma la superiorità in ogni reparto degli spagnoli è evidente e il gol della bandiera del Psg non arriva. Il Camp Nou può festeggiare i suoi tornati ai livelli dell’era Guardiola, quel tecnico degli ultimi trion blaugrana che e compagni potrebbero ritrovarsi di fronte già in seminale.