ULTIM'ORA

Bagnaia è campione di Moto2! Rossi cade a -3 e Marquez vince anche a Sepang…

Francesco Bagnaia,Luca Marini

Francesco Bagn è campione del mondo di Moto2. Nel Gran o di Malesia il pilota torinese ha chiuso al terzo posto dietro a Luca Marini (primo) e al portoghese Miguel Oliveira.

ntino è stato tra i primi a complimentarsi per il Moto2 vinto da Francesco Bagn, allievo della sua VR46 Academy. “E’ un titolo fantastico, che aiamo vissuto giorno dopo giorno, tutti insieme – ha detto a Sky Sport – Lo scorso anno, il suo primo in Moto2, mi aveva subito impressionato, sapevo che poteva far bene, ma non mi aspettavo che il arrivasse già in questa stagione. Però da martedì, a ncia, credo che il nostro rapporto sarà un po’ più dif – ha scherzato , alludendo ai test della Moto – perché ho paura che vada subito fortissimo”. Lo Sky Racing Team VR46 nella stessa giornata ha vissuto anche il primo exploit nel moto di Luca Marini, fratello di ntino VAI. Un successo che lo ha “emozionato”: “Se avessi vinto anche io forse saree stata la giornata più bella della mia carriera” ha aggiunto . Invece quella scivolata a pochi giri dal termine ha infranto il sogno: “Stavo spingendo per fargliela sudare a Marquez no alla ne. Ero piegato ed appena ho dato il dietro è partito. Errore mio, evidentemente”.

In MOTO, Marquez già campione del mondo, ha portato la sua Honda al primo posto sul traguardo, precedendo la Suzuki di Alex Rins e la di Johann Zarco.

A 3 giri dal termine comandava ntino , ma una scivolata lo ha tolto di scena.

Sesto posto per la Ducati di Andrea Dovizioso, mentre Andrea Iannone è caduto durante il primo giro.
Marquez ha vinto nonostante la retrocessione al 7 posto in griglia, dalla pole che aveva ottenuto sabato.

Per lo spagnolo è il nono successo nel 2018, il settantesimo della carriera.
Ma se quella di Sepang è stata una bella gara grande merito è di ntino , che l’ha condotta no al momento in cui, anche per la pressione che gli metteva Marquez, ha dovuto forzare un po’, perdendo il posteriore.

Il pilota è riuscito a ripartire, chiudendo al 18° posto.