ULTIM'ORA

Adl detta il mercato e bocciò Immobile: un disastro!

immobile-esultanza-lazio-milan-settembre-2017

di Paolo Paoletti – Gli annunci di De Laurentis e i ‘violini’ azzurri che musicano incredibili fesserie di mercato, dovrebbero spiegare il no del cine-presidente a Ciro Immobile.
Una bestemmia che i non hanno dimenticato e rinfacciano al , anzi al suo padrone!
Giuntoli dovrebbe dimettersi, un Ds non può accettare di fare mercato con queste modalità. Anche se nella bocciatura di Ciro non c’entra!

Rifiutato quando era al Borussia Dortmund per 15 milioni: a Ginevra, in Svizzera, De Laurentis lo incontrò e lo bocciò. Ancora peggio l’anno dopo alla fine di una disastrosa annata a Siviglia, quando poteva esser preso per 8 milioni! Ciro voleva fortemente non perdere la Nazionale nell’anno degli Europei.

Immobile sarebbe tornato a casa. Torre Annunziata, è a due passi dal , lo o dei da bambino.
Ricorda: “Il era in serie C quando mio padre mi portò a vedere la prima partita: in attacco c’erano Sosa, Pozzi, Calaiò. Se penso che adesso il gioca in Champions… Però confesso che nel mio cuore c’è soprattutto il Savoia”.

E lo credo… De Laurentis s’oppose a Ciro per presunte collusioni con la camorra. La stessa scusa messa a schermare la cessione di Quagliarella!
Ulisse-Ciro doveva tornare a casa, così come Fabio non sarebbe mai dovuto partire. Oggi, 32 in 2 dopo la prima di !
Ciro sta in giro da 10 anni cambiando spesso squadra. Spesso ne ho parlato con Papà-Immobile con il quale condividiamo il torneo Intere… passione da 60enni!

Una odissea tra mari in tempesta e paradisi in riva al mare, come Pescara, incarnando l’avventura.

Dieci anni segna incredibili ed a volte ne sbaglia qualcuno di troppo. Quest’anno sono già 20 in 18 presenze, un record, l’appuntamento con la gloria dopo qualche anno un po’ storto e la grande amarezza del mondiale fallito. E’ il miglior eador no, in testa ai marcatori del , costati appena 8 milioni.

Lotito se lo gode, De Lauerentis cerca un secondo Callejon. Ecco perchè il non diventerà mai una grande squadra. Con Sarri gioca come tutti i centravanti vorrebbero: la punta centrale riesce ad andare al tiro anche 6/7 volte a partita e gli esterni sono il sogno di ogni attaccante.

Immobile sarebbe andato a nozze…
Ma ADL festeggia solo con i fichi secchi!