ULTIM'ORA

Ancelotti spiega: meglio 4-4-2 del 4-3-3! E, palla lunga.

C_29_articolo_1252896_upiImgPrincipaleOriz

di Nino Campa - Ancelotti svela come inseguire la : “Se dico ‘impegniamoci per batterla’ diventa un obiettivo troppo lontano, meglio il confronto con te stesso: voglio una squadra che arrivi alla ne del campionato lottando”.

Il tecnico ricorda di essere stato in ballottaggio tra e Milan: “Dopo il e dopo il Bayern Monaco”.

Poi vaticina: “Il tornerà alla palla lunga”.

Ancelotti non crede però che il dominio Juve abbatta il in : “Non abbassa la passione, semmai c’è voglia di rompere questa egemonia. In Serie A la qualità del gioco non è eccezionale ma comunque buona, il movimento è destinato a crescere così come la Nazionale”.

L’allenatore come ha cambiato il di Sarri: “Non c’è una sola , c’è chi ha vinto marcando a uomo, chi giocando in contropiede, chi con il possesso palla… Ho solo cambiato la disposizione in fase difensiva dal 4-3-3 al 4-4-2, secondo me è la più efcace”.

Ma il ha ancora ?
“Il progresso è regresso. Tutte le squadre cercano di impostare il gioco da dietro, utilizzando il portiere. Ma si vedono rischi eccessivi: e centrocampisti che perdono palla palla in una zona di campo molto pericolosa… tanto che si tornerà alla vecchia palla lunga. Anche quello è gioco”.

E rivela… “Due volte, dopo il Real, è venuto a cercarmi ma dovevo riprendermi da un problema alla cervicale. Poi con Fassone c’è stato un tentativo, dopo il Bayern Monaco. Ma poi sono venuto a ”.