ULTIM'ORA

Carlo incarta Klopp, ADL: degno della sua fama!

liverpool_vs._napoli_jurgen_klopp_carlo_ancelotti_champions_league_gettyimages-482037023

di Nino Campa - “Grande contro una grande squadra! Ancelotti degno della sua fama”. De Larentis twetta la sua gioia e lo scampato pericolo, nonostante il ‘regalo’ dei miniaonamenti non lo tenga al riparo dai !

La cambia l’inizio di stagione del Napoli. Ancelotti spiega: “Questa ci rende più liberi mentalmente Ancelotti, aiamo fatto la partita che mi aspettavo e in fase difensiva non aiamo concesso nemmeno un contropiede. Siamo sempre stati attenti e segnato al momento giusto”.

Le mosse tattiche hanno ato gli azzurri: “Ho cambiato qualcosa per evie il l pressing”.

“È stata la partita che mi aspettavo, vedo questa squadra tutti i giorni e conosco bene la qualità che c’è. Altre volte siamo stati troppo timsi e preoccupati”.

Battuto anche Klopp… “Aiamo difeso a 4 come sempre, è cambiata solo la costruzione da dietro. Ho messo tre centrali, con i due centrocampisti e Mario Rui molto largo per gestire meglio l’inizio del gioco ed evie la forte pressione l. Non volevo che ci levassero palla a inizio azione. Ci aiamo provato tanto riscontrando qualche difcoltà, ma aiamo insistito e alla ne siamo stati ati”.

Klopp esce avvilito… “E’ stata una gara diversa dal solito. Da cosa dipende? Non so al 100%, ma stata diversa. L’approccio è stato complesso, avremmo voluto vincere. Aiamo sbagliato i tempi in alcune giocate, aiamo reagito male in alcune situazioni difensive. Qualche volta è capitato in passato, ma non come stasera”.

Jurgen è deluso dai suoi e commenta la prova del suo : “Il Napoli, specialmente nella prima frazione, non ha fatto molta pressione. Nel primo tempo aiamo fatto qualcosa ma nella ripresa aiamo fatto molto male. Non aiamo chiuso gli spazi neanche sul gol, e il risultato va accettato. C’è la mia responsabilità, ma devo riguardare la gara per capire i motivi della scontta. Se il migliore in campo risulta il portiere, vuol dire che qualcosa non è andato per il verso giusto”.

Cosa pensa di a 5 anni dal gol al suo Bo? “Se certi giocatori mi segnano sempre, non posso farci niente”.