ULTIM'ORA

Esonero? Ancelotti guarda avanti: mi fido di DeLa!

d1d2d1d2727c1f0d873ba7991b613213_800x450

“Squadra lenta e involuta nel primo tempo, il momento resta complicato ma rimango positivo, martedì aiamo una partita importante e può arrivare la scintilla per sbloccarci. Secondo tempo segnale positivo? Sì, ma il primo tempo è stato molto negativo”. Così Carlo Ancelotti ha commentato il pareggio con l’Udinese, il settimo di la in che ne mette a grave rischio la panchina. “Non c’è alcuna spaccatura con la squadra – ha aggiunto -. L’ombra di Gattuso? Mi do di AdL”.

Poi qualche battuta sulla situazione nello spogliatoio. “Nessuna polveriera. Sento parlare di squadra spaccata, problemi con l’allenatore, allenamenti blandi, falso! Non c’è nessun problema, la squadra sta bene, aiamo cercato di rifocalizzare le cose sull’aspetto difensivo”. “Nel quando si fa bene è merito dei giocatori e quando si fa male è colpa degli allenatore – ha continuato Ancelotti -. Mi sento più coinvolto adesso rispetto a quando le cose vanno bene. Doiamo cercare di tirar fuori il meglio da questa squadra”. “Aiamo ancora partite importanti, martedì è un crocevia e non doiamo fare scherzi – ha proseguito -. Serve la faccia che aiamo utilizzato in che non è sicuramente quella del ”.

Inne sul cambio di nell’vallo: “Non aveva fatto bene come non avevano fatto bene altri. Ho cercato di modicare l’assetto mettendo la punta alta e forzando il gioco sulla sinistra con Lozano. si sente responsabile della situazione perché è il capitano, ma lui ha gli stessi problemi degli altri. A questa squadra serve tranquillità”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply