ULTIM'ORA

Ancelotti ‘chiede’ Barella: è più forte di me, è da Napoli!

carlo-ancelotti-napoli_m2ddrlmmpo7p1xsfs5bqr6uvk-1920x960

di Paolo Jr Paoletti – Carletto ricomincia da Udine, poi Psg e .
Settimana importante per il Napoli: “La priorità va alla trasferta alla Dacia Arena, non ci sarà che lavorerà per recuperare in ”.

Spazio a e Milik: “Mi aspetto di più da l, devono migliorare in continuità e fare dall’inizio quello che hanno fatto bene da subentrati”.

Poi l’obiettivo Barella che diventa una richiesta ufciale a … “E’ più forte di me da giovane, è un giocatore da Napoli”.

Le scelte di formazione saranno condizionate dagli impegni contro Psg e ?
No, assolutamente no. La partita di Udine è importante per ricominciare quello che avevamo lasciato. La trasferta ha la priorità, anche se abbiamo qualche giocatore indisponibile come Luperto, Ounas e .

Cos’ha ?
Non è disponibile per Udine. Lavorerà per recuperare per mercoledì.

Sentite la pressione della ntus?
L’abbiamo perché vogliamo continuare a migliorare e crescere. Non siamo qui a fare calcoli, ma non guardiamo in casa di altri.

Qual è la priorità di Ancelotti?
Fare bene qui a Napoli, poi il resto viene da sé. Io mi trovo molto bene a Napoli e l si trovano bene con me. E’ un cammino che potrà anche essere migliore in futuro.

Cosa pensa di quarta sostituzione e playoff scudetto?
Sono dettagli, la cosa importante per la federazione è trovare stabilità e dare continuità alla nazionale. Sulle proposte non so che dire, forse più sostituzioni nei novanta minuti non ha senso e non vorrei avere i playoff.

Quali sono le insidie della sda con l’Udinese dopo la sosta?
Le insidie sono le solite, non dobbiamo considerarla una partita agevole e dare sul campo. Se riusciamo a esprimere il nostro potenziale a livello di qualità e mentalità è più facile vincere.

Quanto pesano gli impegni delle nazionali nelle valutazioni?
Sicuramente ha priorità chi è rimasto qua, poi valuterò l’affaticamento degli altri.

Una squadra tende a pensare agli impegni successivi?
No, non penso. L’argomento non è stato trattato e i giocatori sanno che la priorità va all’Udinese. Vincere a Udine ci darebbe la possibilità di lavorare meglio per il Psg.

Ci sono giocatori che non hanno ancora espresso il l massimo potenziale?
Sì, è normale che alcuni si devono adattare ai cambiamenti che ci sono stati. In generale sono soddisfatto di tutti, ma c’è chi può fare molto meglio.

I giocatori pensano di poter battere chiunque: è la mentalità che vuoi?
Sì, mi piacerebbe ma è una cosa che si costruisce con partite come contro il . La consapevolezza se la danno i giocatori interpretando le partite più complicate.

La tranquillità che hai portato all’ambiente è il plus che serviva al Napoli?
E’ difcile giudicare se stessi. Io ricevo grande motivazione da questo ambiente, c’è entusiasmo e passione ed è ciò che mi ha portato a scegliere questa sda.

La tattica dell’Udinese può farmi cambiare modulo?
L sfruttano bene il contropiede e hanno un’identità precisa. Stiamo preparando una strategia efcace.

Lei sa di essere un testimonial della città di Napoli?
Potessi esserlo davvero mi farebbe piacere, anche perché vengo dal nord. E’ una città bellissima.

Che margini ha per migliorare?
E’ stato uno degli ultimi ad arrivare qua st’estate e la sua condizione è migliorata. Da lui mi aspetto continuità e per ora ha fatto meglio quando è entrato. Mi aspetto che lui e Milik diano dall’inizio quello che spesso hanno dato da subentrati.

A che punto è la metamorfosi di come regista?
Compiuta. Può migliorare dal punto di vista mentale, ma è talmente intelligente che migliorerà ancora.

Come procedono i recuperi di Meret e Ghoulam?
L’algerino sta lavorando in gruppo da 10 giorni, è solo questione di tempo. Meret ha l’ok dei medici e ora gli servirà un po’ di adattamento. Lo valuterò io dal punto di vista tecnico, ma dovrà solo adattarsi ai contatti e ai tiri forti.

Lei darebbe a qualcuno la 10 del Napoli?
Francamente non lo so, sapete meglio di me cosa rappresenta Maradona per Napoli. Bisognerebbe chiederlo a lui. Io lascerei così

Barella è un obiettivo del Napoli?
Al momento è molto più forte di un Ancelotti giovane. E’ da grande squadra, è da Napoli