ULTIM'ORA

Carlo a -8 azzera Sarri: bisogna saper difendere!

C_29_articolo_1249743_upiImgPrincipaleOriz

di Nina Madonna - Una vittoria che ti fa rese a -8 dalla è un successo?
Ancelotti spiega. “Non è sempre possibile giocare champagne perché ci sono gli avversari, stasera troppo forti per noi. E’ stato un segno di da parte nostra. Milik? Tutti sono entrati hanno dato vivacità e dinamismo. Il è molto importante. Milik non ha giocato con continuità, ma è rimasto sempre motivato e concentrato, merita questo ”.

L’analisi… “L’ gioca molto bene, con un dinamico e aggressiva. Abbiamo giocato una partita diversa da quella che volevamo. Abbiamo segnato presto e siamo arretrati troppo, ma le occasioni ci sono state in contropiede. L’ ha provato a pareggiare e forse l’aveva anche meritato, ma dopo il loro c’è stata un’altra partita. L’energia spesa per il pareggio dall’ ci ha permesso di far male alla ne”.

Carlo chiude l’involonio ma inevitabile confronto con Sarri. “Quando c’è da attaccare si attacca, quando c’è da difendere si difende. Il primo tempo l’abbiamo fatto bene, anche se abbiamo arretrato gli esterni di centrocampo, cosa che non è abituale per noi. Colpa del di vantaggio e della spinta dei loro esterni, abbiamo dovuto tenere un atteggiamento più prudente. Non è sempre possibile giocare il d’ perché ci sono gli avversari, stasera troppo forti per noi. E’ stato un segno di da parte nostra”.

Poi plaude ai si dell’: “Il pubblico di Bergamo ha dato dimostrazione di , ha creato un bel clima, di grande civiltà. Questo deve essere il : una festa di , in cui c’è un vincitore e un vinto. E’ stata una bellissima serata per tutti, anche per i si dell’ che saranno sì dispiaciuti per la scontta, ma contenti per l’atteggiamento della loro squadra. C’è stato un segnale di come dovrebbe essere una serata di dentro e fuori dal campo”.