ULTIM'ORA

Alli ferma la storia, Conte s’arrende a Pochettino: 2-0!

dele-alli-inarrestabile-meglio-leggende-inglesi

di Mary Bridge - Con la doppietta al Chelsea, il centrocampista degli Spurs ha raggiunto le 20 reti in er League in poco più di un anno e mezzo. A una splendida visione di gioco e alla capacità di giocare ovunque per la sua squadra si aggiungono numeri incredibili, migliori di quelli dei più grandi d’
Chelsea, niente record: un super Alli frena . Ha fermato il Chelsea praticamente da solo, dopo tredici vittorie consecutive i Blues si sono arresi e l’hanno fatto di fronte ai (due) di un ragazzino di vent’anni. Una stellina che ormai brilla senza prendersi pause; Dele Alli in questa stagione ha già segnato 11 in 27 partite, sette nelle ultime quattro, tre doppiette nelle ultime tre. Praticamente un al giorno in questo 2017. Il primo l’ha messo a segno al termine del primo tempo, colpendo di testa in area un cross dalla destra e trovando un anino che Courtois non ha potuto coprire. Il secondo è arrivato al 54’, ancora di testa, anticipando i difensori avversari. Un calciatore dalle grandi giocate e capace di segnare pesanti, come ha fatto vedere già nel corso della scorsa stagione, quella in cui è di fatto esploso al primo anno in un grande ed è riuscito a diventare il decimo marcatore più giovane di sempre della inglese, a 19 anni e 220 giorni.

Chelsea abbattuto, striscia di vittorie rotta da lui che con i Blues ha sempre avuto un rap “particolare”; nel 2006 infatti, Alli passa al Milton Keynes Dons (che gli propone un periodo di prova) e dopo due settimane ha la possibilità di affrontare proprio il Chelsea in una prestigiosa amichevole. Ma il nega al ragazzo l’opportunità di giocare a Stamford Bridge. E lui? Saluta dopo appena due settimane e se ne va per tornare al City Colds, società in cui ha iniziato a giocare da piccolo. “Ovviamente avrei voluto esserci ma loro mi dissero di no. Ero davvero immaturo”, racrà in seguito. In effetti poi Dele al MK Dons ci torna un anno dopo e in poco tempo si impone come uno dei più talentuosi d’. Nel 2012 esordisce in prima squadra, una settimana dopo segna il suo primo . Saranno 88 le presenze totali nella formazione della sua città, 24 le reti fondamentali che permettono al di salire in hip.