ULTIM'ORA

Allegri snobba la vittoria: Higuain è qui per fare i gol!

C_29_articolo_1130726_upiImgPrincipaleOriz

di Antonella Lamole - dissimula la gioia…. si gode però non concede spazio all’entusiasmo: “I ragazzi hanno fatto una buona partita e già nel primo quarto d’ora aiamo avuto l’occasione per segnare. Troppe volte aiamo sbagliato negli ultimi trenta metri, non siamo stati precisi nell’ultimo passaggio. Sapevamo che avremmo dovuto combattere perché il Torino è un’ottima squadra”.

Si scioglie sui singoli: “Dybala è straordinario, importante per noi: oggi ha giocato venti minuti, sta recuperando condizione. Mandzukic arraiato per il cambio? Ci sta che non la prenda bene, ma nei grandi club bisogna rispettare i compagni: ha fatto una bella partita, in quel momento avevo bisogno di un po’ più di tecnica. Higuain? È stato preso per fare gol, ma è tutta la squadra che sta facendo bene e sta crescendo anche fisicamente”.

Se la rude per i baffi di Buffon. “È una settimana che ha sti baffi, ma non so perché: che io sappia non è per una scommessa nello spogliatoio. L’esclusione di Pjanic? Ha giocato tanto e giovedì ha fatto due mezzi diffeati: l’ho sfruttato nell’ultimo quarto d’ora perché il Torino saree calato.

Tutti davanti la : “-? Spero nel pareggio, anche se non riuscirò a vederla. Comunque sarà un campionato equilibrato”.
Sì, per gli altri!

NOTE. Torino-Juventus 1-3. L’uomo è Gonzalo Higuain con una strepitosa doppietta al 28′ pt e al 37′. Nel finale al 47′ st è Pjanic a siglare il 3-1 dopo una gran giocata di Dybala. Buon , occasioni ed emozioni: la Juve resta al comando della classifica.
Per il Torino, secondo ko consecutivo dopo Marassi.

VOTI DECISIVI.
Belotti 7. Gioca da veterano solo contro tutti. Segna un gran gol, resistendo allo scontro fisico con Chiellini.
Castan 5. A disagio ma fermare Higuain e Mandzukic è durissima.
Baselli 7. Sovrasta Sturaro chiamando Alex Sandro al doppio lavoro.

Higuain 8. I due gol sono una storia a parte, roba sua: fondamentale. Sui palloni decisivi è un’arma letale. Si sapeva…
Chiellini 7. In una difesa che mostra qualche lacuna, del resto è rifatta daccapo, è il nostromo che tiene alta la bandiera. E quel pallone lanciato verso Higuain per il raddoppio è da ritenersi un assist.
Mandzukic 7. Fa di tutto: attacco, difesa, assist, recuperi… manca di un niente il gol e si becca anche una ammonizione.
Dybala 7. E’ tornato e si è visto nel finale partita quale sia la sua classe.

TABELLINO. TORINO-JUVENTUS 1-3
Torino (4-3-3): Hart 6,5; Zappacosta 6,5, Rossettini 6, Castan 5, Barreca 5,5; Benassi 6 (37′ st Boyé sv), Valdifiori 6,5, Baselli 7 (37′ st Martinez sv); Iago Falque 6,5, Belotti 7, Ljajic 6. A disp. Padelli, Cucchietti, Moretti, Ajeti, Bovo, De Silvestri, Lukic, Vives, Gustafson, Maxi Lopez.
Allenatore: 6
Juventus (4-3-3): Buffon 6; Lichtsteiner 6, Rugani 6,5, Chiellini 7, Alex Sandro 6; Khedira 6,5, Marchisio 6,5, Sturaro 5 (22′ st Lemina 6); Cuadrado 7 (36′ st Pjanic 6,5), Higuain 8, Mandzukic 7 (26′ st Dybala 7). A disp. , Audero, Benatia, Evra, , Asamoah.
Allenatore: 6,5

: Rocchi

Marcatori: 16′ Belotti (T), 28′ Higuain (J), 37′ st Higuain (J), 47′ st Pjanic
Ammoniti: Castan (T), Mandzukic, Rugani (J)