ULTIM'ORA

Max puzza di crisi: Juve molle, senza voglia di vincere!

allegri-juventus-sevilla-ucl-14916_558gnmfrgv1n1jr7u0irv10kk

di Antonella Lamole - Madonna raccoglie i cocci: “Dobbiamo vedere le cose positive di questa gara e magari questa prima sconfitta ci brucerà dentro. Non dovevamo prendere il gol del pareggio, abbiamo allentato la tensione e abbiamo sbagliato molto, subendo troppe ripartenze dove l’Inter è stata pericolosa. Loro hanno avuto più cattiveria e più voglia di vincere di noi. Clima negativo? Siamo considerati squadra di un altro pianeta che deve vincere ogni gara. Per vincere serve cattiveria. Sul piano tecnico oggi non abbiamo fatto bene ma eravamo riusciti a passare in vantaggio. Non dovevamo allene la tensione, soprattutto contro un’ottima squadra come l’Inter. Pjanic regista? Ha giocato una partita intelligente, c’era bisogno di tecnica in mezzo e non è andato male. Il problema non è stato lui, il problema è che dopo il gol nostro abbiamo allentato la tensione. Rifarei la stessa formazione? Mi viene da ridere, ho scelto questa formazione perché era quella giusta. Poi la prossima volta mi chiederete perché ho lasciato fuori Mandzukic o altri. Abbiamo giocato le prime 4 partite contro squadre tra le prime 7 l’anno scorso. Avere 12 punti stasera sarebbe stato bello, era una partita sporca da pore a casa e non l’abbiamo fatto. Problemi sui calci piazzati? In li rivediamo, in Champions siamo stati molto bravi, in questa gara invece abbiamo preso gol. Il 4-3-3 è modulo più adatto? Siamo partiti con un sistema di gioco che ci da certezze, magari nell’arco del campionato proveremo altro. Alcuni sono ragazzi , devono crescere e durante la sosta si sono allenati poco: devono raggiungere la condizione migliori”.

Inter- 2-1, i bianconeri hanno perso il primo snodo scudetto!
A succede ciò che alla vigilia nessuno si aspettava. Una grande Inter, una dimessa e sofferente. Pure andata in vantaggio al 21′ st con Lichtsteiner, ma subito raggiunta da uno stupendo gol di Icardi di testa al 23′ su d’angolo e sorpassata da Perisic al 33′.
Al 44′ espulso Banega per doppia ammonizione. La ha perso il primato in classifica, preso dal Napoli.

TABELLINO. INTER-NTUS 2-1
Inter (4-2-3-1). Handanovic 6,5; D’Ambrosio 6, Miranda 7, Murillo 6,5, Santon 6 (34′ st Miangue 6); Joao Mario 7,5, Medel 6,5 (30′ st Melo 6); 7, Banega 7,5, Eder 6,5 (24′ st Perisic 7); Icardi 8,5. A disp.: Carrizo, Nagatomo, Ranocchia, Kondogbia, Melo, Biabiany, Gnoukouri, Palacio, Jovetic. All. De Boer 7,5

ntus (3-5-2): Buffon 5,5; Benatia 5,5 (25′ Barzagli 5), Bonucci 5, Chiellini 5,5 (35′ st Pjaca 5,5); Lichetsteiner 6, Khedira 5, Pjanic 5, Asamoah 5, Alex Sandro 6,5; Mandzukic 6 (29′ st 6), Dybala 6. A disp.: , Audero, Rugani, Dani Alves, Evra, Lemina, Cuadrado, . All.: 5

MARCATORI: 21′ st Lichtsteiner (J), 23′ st Icardi (I), 33′ st Perisic (I)

ARBITRO: Tagliavento
AMMONITI: Medel , Banega, Handanovic (I); Lichtsteiner, Barzagli, Asamoah (J)
ESPULSI: Banega al 44′ st per doppia ammonzione