ULTIM'ORA

Allegri: “qui per il 4° e Champions”. Fossa scavata.

640x360_C_2_video_473324_videoThumbnail

di Antonella Lamole – Ricordiamoci tutti di questa vista. Il è il mondo delle chiamate favole, ma la conferenza stampa di presentazione di Allegri è pietra miliare per la stagione della Juve e quindi del no!

Max apre di getto…”Quando ieri mi hanno telefonato per chiedermi la disponibilità di allenare la Juve, è stato un fulmine a ciel sereno. Sono felice e onorato”. Queste le prime parole di Massimiliano Allegri da tecnico bianconero. “So dello scetticismo dei si e lo capisco visto il rapido cambio, ma io sono qui per proseguire e migliorare la striscia vincente. La società ha una strategia oculata di mercato e sta cercando di rinforzare la Juventus per renderla ancora più competitiva in e in . Non è mia intenzione stravolgere un gioco che funziona, introdurrò accorgimenti per aiue la squadra a continuare a fare grandi cose”.

“Con Andrea Pirlo ho un ottimo rapporto”, afferma Allegri, “con lui non ci sono mai stati problemi e mai ho messo in discussione le sue qualità, anche perchè sarei stato un matto. Sono fortunato a ritrovarlo dopo tre anni”.

Allegri e la Juve: è già domani e il nuovo tecnico spiega: “La Juve è arrivata all’improvviso e sono pronto. Per il quarto scudetto e per fare in Champions quello che ha fatto l’Atletico Madrid”.

Pirlo? “Non sono matto: l’ho sempre stimato moltissimo e sono felice di riaverlo”.
Marotta, gomito a gomito, chiarisce sul mercato: “Vidal non si muove e a Iturbe abbiamo rinunciato. Allegri? Più di tutti assomiglia a ”.

Max che emozioni prova?
“Sono fortunato. Quattro anni al Milan, ora qui. E’ uno stimolo importante, per continuare a vincere”.

C’è foryte scetticismo dei si. Paga il passato milanista.
“Capisco lo scetticismo dei si, in un giorno è cambiato tutto. Dovrò conquisli col lavoro, i risultati e il rispetto. I si avranno modo di conoscermi. Sono pronto per continuare la striscia di risultati positivi”.

I si vogliono la Champions, questa Juve può arrivare in fondo…
“Io arrivo al posto di Cointe che ha rapprsentato tanto per la Juve, da giocatore e da allenatore. La JUve ha dominato in , in Champions bisogna migliorare. Si cerca di rinforzare la squadra, per fare passi avanti in ”.

Con Pirlo come la mettiamo?
“Con Andrea c’è un ottimo rapporto. Non ci siamo ancora sentiti. Andrea è un campione, nel Milan ha sempre giocato, con me ha avuto un lungo infortunio e a causa di quei malanni ha potuto giocare poco. Ma solo per questo. Poi alla ne della stagione 2011-12 era stata presa la decisione, sua, di venire alla Juve. Per fortuna, adesso io lo ritrovo. Non ho mai discusso le sue qualità, sarei stato un matto”.

Come sarà la nuova Juve?
“Il sistema di gioco, quello di , non ha senso cambiarlo. Solo alcune variante, per migliorare là dove è possibile farlo”.

I traguardi da raggiungere?
“In per lo scudetto non saremo soli. In , com’è stato quest’anno l’Atletico Madrid: scelte oculate, massimo impegno. La Juve in deve se fra le prime otto d’”.

In quale ruolo giocherà Pirlo?
“Il suo ruolo è davanti alla difesa. La difesa a tre: va bene così., per sfrute al meglio le qualità dei giocatori. Poi a volte si può gipcare a quattro, si può cambiare. Creare i presupposti per vincere, questo conta. Il quarto scudetto è uno dei nostri obiettivi, la Champions una meta da raggiungere”.

Pogba e Vidal: cosa dice?
“Sono due campioni e sono felice di allenarli”.

Juventus appagata?
“Non è nel della Juventus. Chi è alla Juve non si stanca mai di vincere, lo diceva sempre l’Avvocato”.

Morata?
“E’ un giovane che può divene un campione”.